sabato 20 dicembre 2008

Modifiche al turno su richiesta aziendale.

Come succede ormai sempre, all'approssimarsi del periodo di festività, l'Ufficio Impiego chiede la nostra collaborazione per aggiungere, togliere o spostare ore lavorative in modo da completare il log giornaliero.
Con la presente desideriamo ricordare a tutti, semmai ce ne fosse bisogno, che ogni modifica al turno quadrimestrale consegnatoci lo scorso settembre deve essere concordata con il dipendente e non può essere imposto d'ufficio.
Inoltre, ogni ora aggiunta al turno dopo la pubblicazione dello stesso (ad esempio una richiesta di trasformare un 07-14 in 07-15) deve essere identificata e retribuita come lavoro straordinario.
Invitiamo pertanto tutti i dipendenti a rivendicare i propri diritti, visto che l'Azienda non esita mai un secondo a ricordarci i nostri doveri.
I rappresentanti del Consiglio Locale sono sempre a disposizione per ogni delucidazione.

SCARICA PDF

lunedì 15 dicembre 2008

Uscita anticipata fino a 15 minuti. Chiarimento.

Con la presente comunicazione intendiamo chiarire definitivamente a tutti i lavoratori l'attuale regolamentazione dell'uscita anticipata fino a 15 minuti prima dell'ora di fine turno (NON esaustività!):
La Direzione ci ha comunicato che, qualora al dipendente sia giunto il cambio previsto da log, egli potrà timbrare e smontare senza dover comunicare alcunché a SPV e CSO.
Solo se da log non è previsto turnover sulla posizione operativa (es. turno con termine alle 23:00) è necessario segnalare a SPV e CSO l'intenzione di uscire prima.
I rappresentanti del Consiglio Locale restano a disposizione per ogni delucidazione.

SCARICA PDF

martedì 9 dicembre 2008

Invio ai corsi OJTI

In seguito ad incontri avuti con la locale Direzione, le scriventi sono venute a conoscenza che nessun CTA di codesto impianto verrà inviato ai prossimi corsi OJTI in quanto, secondo recenti valutazioni, Milano ACC ha troppi OJTI in rapporto agli altri impianti e, quindi, appare normale che siano gli altri impianti, Roma ACC in primis, ad avere la precedenza ai prossimi corsi.
Tuttavia nel nostro impianto vi sono molti più CTA da addestrare rispetto ad un qualsiasi altro impianto, quale proprio il Centro romano il quale riceve CTA già abilitati radar.
Già all’indomani della pubblicazione del regolamento ENAC, proprio per far fronte al gran numero di addestramenti da portare a termine in sede locale, si è assistito all'improvvisa apparizione della figura professionale del tutor, figura scomparsa prematuramente in seguito ad una sanatoria che ha contribuito a creare inique sperequazioni tra CTA di pari abilitazione.
noltre sul nostro impianto abbiamo già da tempo regolamentato con efficaci criteri l’invio ai corsi OJTI dei CTA operativi. L’accettazione della recente valutazione da parte della locale Direzione rappresenta perciò, a nostro avviso, una scarsa considerazione delle aspettative, delle motivazioni e delle gratificazioni che derivano dalla crescita professionale e culturale per il personale operativo.
Pertanto le scriventi richiedono un urgente incontro allo scopo di meglio definire quali siano le reali necessità di questo impianto.

SCARICA PDF

Le RSA locali di
ATM-PP – FIT-CISL – FILT-CGIL – UGL-T – UIL-T

venerdì 28 novembre 2008

Composizione Consiglio Locale ATM-PP

Con la presente, la scrivente Federazione desidera comunicare alla Locale Direzione la nuova composizione del Consiglio Locale ATM-PP, risultante dalle elezioni svoltesi nei giorni scorsi:

  • Garfagnini Stefano (coordinatore)
  • Russo Rinaldo
  • Alfano Marco
  • Scomparin Fabrizio
  • Risiti Ciro
  • Marzano Paolo
  • Monticone Massimiliano

Si coglie l'occasione per porgere cordiali saluti.

SCARICA PDF

Esito Elezioni Consiglio Locale Milano ACC

In linea con il calendario previsto, ieri si è svolto lo spoglio delle schede elettorali per il rinnovo del Consiglio Locale ATM-PP di Milano ACC.

Aventi diritto: 84.
Votanti: 61.
schede bianche: 0.
Schede nulle: 0.
Schede valide: 61.

GRADUATORIA MEMBRI DEL CONSIGLIO LOCALE
  • Garfagnini Stefano: 32 voti.
  • Russo Rinaldo: 31 voti.
  • Alfano Marco: 29 voti.
  • Scomparin Fabrizio: 29 voti.
  • Risiti Ciro: 24 voti.
  • Marzano Paolo: 11 voti.
  • Antonucci Fabrizio: 5 voti.
  • Monticone Massimiliano: 3 voti.
  • Marino Antonio: 2 voti.

GRADUATORIA RAPPR. AL CONGRESSO GENERALE
  • Garfagnini Stefano: 23 voti.
  • Russo Rinaldo: 18 voti.
  • Toma Claudio: 18 voti.
  • Pelargonio Massimiliano: 17 voti.
  • Alfano Marco: 9 voti.
  • Marzano Paolo: 8 voti.
  • Risiti Ciro: 7 voti.
  • Scomparin Fabrizio: 7 voti.
  • Marino Antonio: 4 voti.
  • Antonucci Fabrizio: 2 voti.
  • Monticone Massimiliano: 2 voti.

Fabrizio Antonucci ha rinunciato all'incarico, pertanto il nuovo Consiglio Locale risulta composto dai rappresentanti Garfagnini (coordinatore), Russo, Alfano, Scomparin, Risiti, Marzano e Monticone.

I delegati al Congresso Generale saranno questi ultimi più Toma e Pelargonio.

Il Consiglio Locale ringrazia i votanti per la fiducia accordata e si impegna a lavorare con serietà e continuità nell'interesse di tutto il personale di Milano ACC.

SCARICA PDF

martedì 25 novembre 2008

Differimento sciopero 17/12/2008

Con la presente la RSA LICTA di Milano ACC comunica il differimento dello sciopero locale del personale di Milano ACC dichiarato per il giorno 17.12.2008 dalle ore 12.00 alle ore 16.00, al giorno

30.01.2009 dalle ore 12.00 alle ore 16.00.

Durante lo sciopero saranno garantiti i servizi minimi previsti per legge, secondo l'elenco dei voli predisposto dall'ENAC.

Scarica PDF

sabato 22 novembre 2008

Dichiarazione di sciopero 08.01.2009

Seguito vertenza aperta in data 25.09.2008 riguardante il calcolo e i criteri di
distribuzione del Premio di Risultato 2007:
  • nel rispetto della legge 146/90 e successive modificazioni;
  • nel rispetto della regolamentazione provvisoria emanata dalla Commissione di garanzia (Delibera 01/92 del 19.07.2001);
  • visto il calendario delle agitazioni per il trasporto aereo, redatto dall'Osservatorio sui Conflitti Sindacali – Ministero dei Trasporti;
  • tenuto conto dell'esito negativo relativamente all'esperimento della prima e seconda fase di conciliazione preventiva di cui, rispettivamente, agli artt. 30 e 31 della succitata regolamentazione provvisoria ed in particolare:
a) prima fase di conciliazione preventiva: esito negativo a seguito dell'incontro con ENAV SpA in data 02.10.2008 presso la Direzione di Milano ACC;
b) seconda fase di conciliazione preventiva: esito negativo a seguito dell'incontro con ENAV SpA in data 05.11.2008 presso la Prefettura di Milano,
  • preso atto dell'assenza di volontà concreta da parte aziendale di venire incontro alle legittime richieste dei lavoratori,
ANPCAT proclama lo sciopero di tutto il personale ENAV Spa di Milano ACC il giorno

08.01.2009 dalle ore 12.00 alle ore 16.00.

Durante lo sciopero saranno garantiti i servizi minimi previsti per legge, secondo l'elenco dei voli predisposto dall'ENAC.

SCARICA PDF

giovedì 20 novembre 2008

Donazione sangue: chiariamo le regole!

Con la presente comunicazione intendiamo ribadire a tutto il personale la regolamentazione sul permesso retribuito relativo alla donazione sangue.
La Circolare emessa da Enav in data 28.05.2008 (rif. RUQ 111592, comma 2) stabilisce infatti che il periodo di riposo cui ha diritto il dipendente dopo la donazione è stabilito in 24 ore a partire dall'ora cui sarebbe iniziato il turno di lavoro e non più dall'ora della donazione.
Se quindi, ad esempio, effettuate una donazione sangue in un giorno in cui da turno avreste lavorato 15:00-23:00, avete diritto a riposare fino alle 15:00 del giorno successivo.
I rappresentanti del Consiglio Locale restano a disposizione per ogni delucidazione.

SCARICA PDF

domenica 16 novembre 2008

Dichiarazione sciopero 17.12.2008

Seguita la vertenza aperta in data 25.09.2008 riguardante il calcolo e i criteri di distribuzione del Premio di Risultato 2007:
  • nel rispetto della legge 146/90 e successive modificazioni;
  • nel rispetto della regolamentazione provvisoria emanata dalla Commissione di garanzia (Delibera 01/92 del 19.07.2001);
  • visto il calendario delle agitazioni per il trasporto aereo, redatto dall'Osservatorio sui Conflitti Sindacali – Ministero dei Trasporti;
  • tenuto conto dell'esito negativo relativamente all'esperimento della prima e seconda fase di conciliazione preventiva di cui, rispettivamente, agli artt. 30 e 31 della succitata regolamentazione provvisoria ed in particolare:
a) prima fase di conciliazione preventiva: esito negativo a seguito dell'incontro con ENAV SpA in data 02.10.2008 presso la Direzione di Milano ACC;
b) seconda fase di conciliazione preventiva: esito negativo a seguito dell'incontro con ENAV SpA in data 05.11.2008 presso la Prefettura di Milano,
  • preso atto dell'assenza di volontà concreta da parte aziendale di venire incontro alle legittime richieste dei lavoratori,

LICTA proclama lo sciopero di tutto il personale ENAV Spa di Milano ACC il giorno

17.12.2008 dalle ore 12.00 alle ore 16.00.

Durante lo sciopero saranno garantiti i servizi minimi previsti per legge, secondo l'elenco dei voli predisposto dall'ENAC.

SCARICA PDF

giovedì 6 novembre 2008

Rinnovo Consiglio Locale Milano ACC - Candidati

In linea con il calendario presentato, elenchiamo i nominativi dei candidati a Membro del Consiglio Locale e a Rappresentanti al Congresso Generale:

CANDIDATI MEMBRI DEL CONSIGLIO LOCALE:
  • Alfano Marco
  • Antonucci Fabrizio
  • Garfagnini Stefano
  • Marino Antonio
  • Marzano Paolo
  • Monticoni Massimo
  • Risiti Ciro
  • Russo Rinaldo
  • Scomparin Fabrizio

CANDIDATI RAPPRESENTANTI AL CONGRESSO GENERALE:
  • Alfano Marco
  • Antonucci Fabrizio
  • Garfagnini Stefano
  • Marino Antonio
  • Marzano Paolo
  • Monticoni Massimo
  • Pelargonio Massimiliano
  • Risiti Ciro
  • Russo Rinaldo
  • Scomparin Fabrizio
  • Toma Claudio

Il Consiglio Locale sarà composto dai 7 candidati che riceveranno maggiori preferenze.
Il Coordinatore del Consiglio Locale sarà il candidato che riceverà in assoluto maggiori preferenze o, in caso di rinuncia di quest'ultimo, il candidato successivo che accetterà tale incarico.
I rappresentanti al Congresso Generale saranno i 7 membri del Consiglio Locale più i 2 che riceveranno maggiori preferenze tra i restanti candidati.
La Commissione sarà formata da Roberto Salomone (presidente), Flaviano Petrocchi (membro) e Luigi Vallone (membro).
Il seggio elettorale sarà aperto da domani 06 novembre al 26 novembre, presso l'Ufficio Esercizio (II piano).
Lo spoglio delle schede si svolgerà dal 27 al 30 novembre.

SCARICA PDF

Report PDR e Tesoretto 2007 - “Voi non siete abilitati a fare certe domande...!”

Ieri abbiamo partecipato a un incontro con la Funzione Relazioni Industriali di Enav presso la Prefettura di Milano per esperire la II^ fase di conciliazione della vertenza sul pagamento delle specializzazioni d'ente del 2007 e sulla ripartizione del cosiddetto “Tesoretto”.
Prima di riportare l'esito di tale riunione, ci sembra utile e necessario spendere due righe per aiutare tutti a comprendere appieno le nostre rimostranze.

- Pagamento delle specializzazioni d'ente.
Come tutti sappiamo, il PDR di un EXE è diverso da quello di un PLN, che è diverso da quello di un CA, ecc.
IL CTA Tizio che si è abilitato EXE il primo aprile 2006 ha ricevuto nel 2007 un PDR da PLN per 3/12 e uno da EXE per i restanti 9/12.
La ripartizione del PDR nei vari enti viene però calcolata considerando le abilitazioni al primo gennaio e quindi a Tizio è stata calcolato un Premio da PLN per tutti i 12 mesi del 2006.
E i soldi della differenza da PLN a EXE nei 9 mesi da aprile e dicembre?
Fino all'anno corso si è sempre stabilito che tale costo fosse a carico di Enav e vi spieghiamo perché è giusto così e non si tratta di un privilegio (come dichiarato addirittura da un RSA in un comunicato ufficiale!).
Milano ACC, a causa della dissennata politica di assegnazione del personale di ENAV, produce mediamente 80 specializzazione d'ente l'anno.
Riterreste accettabile se i CTA di Milano ACC, oltre a fungere da “Academy2” per Roma ACC, oltre a lavorare mesi interi con diversi addestrandi in frequenza simultaneamente, oltre a patire il fortissimo turn-over in termini di esperienza media, dovessero pagare tutto questo anche in termini di distribuzione del Premio, mentre invece a Roma ACC tutti ricevessero un PDR integrale perché gli ingressi sono a stragrande maggioranza EXE? Sarebbe una palese discriminazione.
La nostra domanda è semplicissima: nella distribuzione del PDR-2007, le specializzazioni d'ente sono state pagate da Enav, come è avvenuto negli anni precedenti, oppure si è attinto dai singoli budgets di ente?

- Ripartizione del Tesoretto.
Come di certo ricorderete l'estate dell'anno scorso è stata molto diversa da quella di quest'anno, con picchi di traffico tra i più alti d'Europa e condizioni operative mai viste (ricordate i buchi sui logs a luglio...?); accortosi delle condizioni estreme cui stavano lavorando alcuni enti, il management aziendale comunicò che agli enti particolarmente performanti sarebbe stato dato un riconoscimento economico. Tale riconoscimento fu successivamente quantificato in 2 milioni di euro.
Quest'anno però, a differenza degli anni precedenti, le buste paga sono state compilate in maniera tale da non consentire ai lavoratori, nonché ai sindacati, di discriminare chiaramente il Premio in tutti i suoi addendi (anticipi, saldi e soprattutto il tesoretto, alzi la mano chi può distinguerli nelle proprie buste paga) e questo ci ha fatto sentire chiaramente fortissima puzza di bruciato.
Quindi chiediamo: quali sono stati i criteri di distribuzione del Tesoretto? Quali enti ne hanno beneficiato e in che percentuale?

- Le risposte dell'Azienda.
Forti delle nostre ragioni ci siamo recati ieri in Prefettura per sentirci dire dal rappresentante della Funzione Relazioni Industriali: “Voi, in quanto Sezione Locale, non siete abilitati a porre queste domande, perché si riferiscono a temi che rivestono carattere Nazionale.”
Nel corso della discussione il nostro interlocutore si è comunque lasciato sfuggire che il Tesoretto sarebbe stato distribuito come il resto del PDR, quindi a pioggia a tutti e non solo agli enti più performanti; un secondo dopo però ha negato di averlo mai detto e quindi non sappiamo dire se si sia trattato di un momento di confusione o di una confessione involontaria.
Resta il fatto che le domande da due sono diventate una sola: Perché si vuol tenere tutto dietro a questa coltre di nebbia?
Se i soldi delle professionalizzazioni sono state a carico dell'azienda, non si dovrebbe avere alcuna remora a dimostrarcelo e tacciarci di terrorismo.
Allo stesso modo, se il Tesoretto è stato distribuito secondo i criteri promessi l'anno scorso, nulla spiegherebbe l'indisponibilità a mostrarci tali dati.
Siamo sempre più convinti che la puzza di bruciato nasconda un arrosto grosso grosso. E non abbiamo alcuna intenzione di arrenderci.

A chi ci accusa di essere arrivati dopo, rispondiamo innanzitutto che fare sindacato per noi non è partire prima ma raggiungere l'obiettivo, poi gli suggeriamo di leggere bene il testo della propria lettera e, se ancora fosse convinto che stiamo parlando della stessa cosa, ci spieghi cosa Enav ha risposto alla sua lettera.
Come? Nessuna risposta?
Bene, allora ci racconti come sono andate le prime due fasi della vertenza.
Come? Nessuna vertenza?

SCARICA PDF

lunedì 3 novembre 2008

Si “safety” chi può...

Nello scorso mese di ottobre, nell'assistere alle ormai consuete sessioni di aggiornamento professionale, siamo venuti a conoscenza di dati particolarmente importanti sulla gestione operativa del traffico aereo, effettuata dal nostro Centro.
Particolarmente preoccupanti ci sono risultati gli aumenti (in percentuali a doppia e addirittura a tripla cifra) degli eventi di pericolo nei settori AWY con doppio radarista e del ricorso alle procedure di mancato avvicinamento nei settori ARR.
Dati certamente allarmanti, che meritano una attenta ricerca delle cause ed una efficiente e mirata attuazione di contromisure da predisporre in tempi brevi; una risposta tesa a mitigare il trend negativo venutosi a creare.
A fronte di ciò, ci sembra che la nostra Direzione Locale abbia ritenuto di affrontare un problema evidentemente endemico e diffuso in modo selettivo e mirato, comminando una semplice serie di sospensioni (di cui ancora fatichiamo a comprendere il recondito significato professionale/pedagogico/istruttivo...).
Ci risulta oscuro quali siano state in questi casi le procedure di human-factor applicate.
Ad ogni modo nell'attesa che ci vengano fornite le opportune spiegazioni in merito, ci chiediamo quali siano i provvedimenti che la stessa Direzione intenda adottare per ricondurre entro termini accettabili la problematica sopra esposta.
Allo stesso tempo forti rimangono le nostre perplessità ed il nostro stupore a fronte di tale atteggiamento secondo noi ostile e di totale chiusura nei confronti dei CTA e queste sono le domande che quindi intendiamo porre:
  • Perché le organizzazioni sindacali tutte, non sono state informate del trend in atto, in quello spirito di partecipazione e collaborazione, che dovrebbe contraddistinguere i rapporti tra le parti sociali e l'azienda?
  • E' solo un caso che la severità e la velocità nell'applicazione di tali provvedimenti, terminata la stagione estiva (periodo in cui la carenza di personale fa rischiare anche all'uomo delle pulizie di ritrovarsi con una cuffia in testa) abbia avuto un picco?
  • Gli eventi oggetto di contestazione avrebbero potuto essere ridotti se ENAV avesse provveduto ad implementare gli UCS (schemi di competenza d'ente) così come previsto dal regulator ENAC?
  • E' davvero improponibile approntare una sessione di aggiornamento professionale per il solo personale EXE2, per rivedere le procedure di regolaggio delle velocità nel segmento finale, per fronteggiare l'aumento improvviso delle “riattaccate”?

SCARICA PDF

Nomina responsabile ufficio addestramento

La scrivente Federazione, nell'esprimere apprezzamento per le intervenute, seppur tardive, nomine effettuate dalla Società in data 31.10.2008, non può tuttavia non esprimere il proprio rammarico per la mancata nomina del Responsabile Ufficio Addestramento.
Giova qui ricordare che il suddetto Ufficio ha tale posizione vacante da un anno esatto, e che l'importante funzione cui tale ufficio è preposto (80 abilitazioni all'anno di media, corsi di aggiornamento, affiancamenti, attuazione dell'UTP, importante ruolo nell'applicazione dell'SMS e prossima introduzione dell'UCS) rende necessaria ed urgente la nomina di una persona che possa fronteggiare tale importante carico di lavoro.
Sottolinea inoltre la stessa ENAV ha sottoscritto un verbale di accordo in data 26.04.2007, con l'impegno solenne di integrare l'organico della struttura di Milano ACC entro... UN ANNO FA!
Dato che un importante passo è stato finalmente compiuto, perché questa inopportuna mancanza?
Per lo svolgimento di corrette relazioni industriali tra le parti, è forse indispensabile il ricorso ad un giudice del lavoro per il rispetto degli accordi sottoscritti ??

SCARICA PDF

giovedì 30 ottobre 2008

Milano ACC dove sei...?

Con la presente comunicazione intendiamo portare all'attenzione del personale di Milano ACC, l'ennesima stortura ordita da ENAV, nel silenzio totale sia della Direzione locale, che delle altre compagini sindacali del nostro Centro.

Lo scorso settembre abbiamo aperto formale vertenza per contestare il pagamento del PdR 2007; non tanto in merito ai criteri di distribuzione dello stesso, argomento spettante alle Segreterie Nazionali, ma riguardo a ciò che si è verificato nella ripartizione di quel valore aggiunto (il famigerato “tesoretto”) determinato dall'incremento di traffico verificatosi la scorsa estate, ed anche alla fatidica domanda finora ignorata da tutti: chi paga le professionalizzazioni che ogni anno Milano ACC, attraverso il lavoro di tutti noi, produce?

Nei colloqui informali che abbiamo avuto, a più riprese e con diversi esponenti della Dirigenza aziendale, non ci è stato concesso di trovare il bandolo della matassa, e neanche durante la convocazione ufficiale da parte della Direzione locale, per espletare il primo tentativo di conciliazione della vertenza, si è riusciti a conoscere anche solo un piccolo dettaglio di come sia stato determinato il PdR 2007 e come sia stato diviso il “tesoretto” maturato l'anno scorso.
L'Azienda, il 2 ottobre scorso, ci ha quindi promesso una convocazione in Sede Centrale per avere ulteriori dettagli sulla questione in essere.
Dopo aver pazientemente atteso tre settimane ci è stato comunicato che non c'era ancora una data disponibile per tale incontro.

Vista la mancanza di ogni minimo riscontro alla nostra buona volontà, ci siamo visti costretti ad attivare la procedura con il secondo tentativo di conciliazione, che laddove dovesse tenersi alla Prefettura di Milano, significherebbe solo una ulteriore perdita di tempo. Tempo che per noi significa vedere sempre più in là il riconoscimento delle nostre rivendicazioni, mentre per Enav è guadagno sulla valuta dei soldi che reputiamo ci spettino.

Le domande sono comunque sempre le stesse e, per qualcuno, forse imbarazzanti:
- Perché l'Azienda ci nega i dati sulla distribuzione del tesoretto conseguito l'anno scorso in base alla produttività raggiunta da ogni singolo ente?
- Perché l'Azienda non vuole dire chi paga le abilitazioni che ogni anno Milano continua a conseguire? Stiamo parlando di circa 80 unità all'anno..
- Perché nessun'altra sigla sindacale si pone queste stesse domande?

SCARICA PDF

Vertenza PdR 2007: Richiesta II fase.

La locale RSA di ATM-PP, in nome e per conto di LICTA, ANPCAT e CILA-AV, non avendo ricevuto convocazione dalla Rappresentanza Aziendale Nazionale allo scopo di esperire la I^ fase di conciliazione della vertenza aperta in data 25.09.2008 (prot. ATMPP/LIMM/043/2008/rr), riguardante i criteri di calcolo e distribuzione del Premio di Risultato 2007, inoltra ufficiale richiesta di convocazione per l'esperimento della II^ fase di conciliazione, in accordo dalla normativa vigente.
Certa di un celere e positivo riscontro, porge cordiali saluti.

SCARICA PDF

sabato 25 ottobre 2008

Rinnovo Consiglio Locale Milano ACC


In vista del Consiglio Generale previsto per la seconda metà di gennaio 2009, che vedrà il rinnovo del Consiglio Direttivo Nazionale, anche la Sezione di Milano ACC deve rieleggere il proprio Consiglio Locale.
Le elezioni si svolgeranno secondo il seguente calendario:

- Raccolta candidature (dal 25 ottobre al 5 novembre);
- Votazioni (dal 6 al 26 novembre);
- Spoglio schede (dal 27 al 30 novembre);

Gli interessati possono comunicare la propria candidatura ai membri del Consiglio Locale o via email all'indirizzo milanoatmpp@gmail.com.

SCARICA PDF

sabato 4 ottobre 2008

Applicazione “Decreto Brunetta” - Orari reperibilità malattia

A differenza di quanto qualcuno abbia malignamente voluto far credere, il Decreto Brunetta, nella parte relativa agli accertamenti medico legali, non si applica ai dipendenti ENAV.

Tale normativa specifica al suo interno l’ambito d’applicazione della stessa. L’articolo 71 del decreto legge n° 112 del 26 giugno 2008 individua i soggetti ai quali si riferisce specificando che esso deve essere applicato “ai dipendenti delle pubbliche amministrazioni di cui all’articolo 1, comma 2 del decreto legislativo 165/2001”.

Noi (dipendenti ENAV) non siamo dipendenti delle pubbliche amministrazioni.

Per tale motivo l’orario di reperibilità, a disposizione per la visita fiscale, è:

10:00 – 12:00 e 17:00 – 19:00

venerdì 3 ottobre 2008

Report Riunione 02 Ottobre 2008

Ieri siamo stati convocati dalla Locale Direzione per discutere della situazione del Centro. Riassumiamo per punti le due ore e mezza di colloquio:

  • Reperibilità
Abbiamo contestato alla Direzione l'atteggiamento assunto nell'ultimo periodo; è evidente a tutti infatti che i reperibili non vengano mai chiamati e si ricorra all'accorpamento dei settori per garantire il break standard. Questo comportamento, oltre ad essere in violazione con quanto previsto dal contratto (negli ACC non si può fare), è un danno evidente alle tasche di tutti i coloro i quali dovrebbero esser chiamati reperibili; e parliamo di diverse centinaia di euro al giorno.
Dato che l'Azienda pare non avere alcuna intenzione di cambiare registro, stiamo valutando l'azione più opportuna da intraprendere.
Riguardo al riconoscimento economico del reperibile non chiamato in un giorno cosiddetto “superfestivo” (es. 15 agosto), ci è stato confermato che trattasi di “festività coincidente” e quindi pagata in toto come è sempre stato; invitiamo pertanto i reperibili del 15 agosto a controllare in busta paga l'avvenuto pagamento.

  • Break
Riguardo agli episodi di mancata fruizione del break standard o di lavoro continuativo del CTA per più di due ore consecutive, ci è stato risposto che la gestione delle pause è demandata ai lavoratori, ma nel caso in cui dovesse palesarsi come necessario, sarà gestito dai SPV; abbiamo fatto notare che da diverso tempo ormai il log non è più rispettato e le ripercussioni sul lavoro dei reliefs è inevitabile; anche questo disagio è secondo noi frutto della mancata chiamata dei reperibili.

  • PDR 2007
Riguardo alla nostra richiesta di conoscere l'ammontare del PDR riconosciuto a Milano, compresi i dati di incremento di tfc (su base 2005) e scorporato dal cosiddetto “tesoretto”, ci è stato prospettato un incontro con la Dirigenza Nazionale e abbiamo pertanto sospeso momentaneamente la vertenza in attesa di convocazione.

  • Nuovi ingressi
15/20 nuovi CTA saranno assegnati a Milano ACC al termine del corso ACS-RAD pianificato per l'8 dicembre; giungeranno quindi verosimilmente ad Aprile 2009.
Abbiamo sottolineato l'importanza che a Milano vengano assegnati CTA lombardi, anche alla luce delle recenti rinunce a frequentare il corso ACS-RAD da parte di due colleghi non stanziali in forza al FIC.
A tal proposito abbiamo evidenziato la presenza di borsisti milanesi nei corsi basici in corto finale all'Academy.

  • Test etilici e antidroga
E' in via di definizione un protocollo per l'applicazione nelle direttive ministeriali per il monitoraggio dei lavoratori in posizioni sensibili, quali ovviamente anche i CTA.
Ci è stato garantito che saremo informati tempestivamente sull'evolversi della situazione.
Cogliamo l'occasione per ribadire un concetto apparentemente scontato: il limite alcoolemico nel nostro lavoro è ZERO; ciò significa che il mezzo bicchiere di vino al pasto non è e non sarà consentito.

  • Frequenze settori TES-TWS
Abbiamo chiesto alla Direzone una risposta chiara e definitiva riguardo all'uso delle interoperazioni nei settori SWS e SES; ci è stato confermato che gli enti limitrofi NON devono essere messi al corrente delle aperture e chiusure dei settori di Milano ACC; per gli enti limitrofi le frequenze 134.05 e 129.07 sono SEMPRE ATTIVE ed essi dovranno pertanto cambiare gli aamm su dette frequenze sempre e comunque.
Abbiamo espresso le nostre riserve nelle fasi di apertura dei terminali, in cui SWS e SES si trovano a gestire aamm su una frequenza altrui, pertanto i SPV saranno sensibilizzati ad aprire i terminali PRIMA che si generi il mostro...
Abbiamo comunque chiesto la pubblicazione di un ODS chiarificatore.

  • Decreto Brunetta
Ci è stato confermato che, in quanto non amministrazione pubblica, al personale Enav non si applica l'estensione degli orari nei giorni di malattia.

  • Conclusioni
La questione “Reperibilità” non può secondo noi protrarsi ulteriormente; abbiamo notizia di direttive emanate in questo senso a livello nazionale e, considerando la mancata pianificazione dei corsi di inglese e del continuous training in moltissimi impianti e la mancata introduzione degli UCS, risulta lampante la volontà aziendale di non pagare prestazioni aggiuntive a nessuno; abbiamo il forte sospetto che a Milano abbiamo il continuous training solo perché “ci stava nelle 136 ore”.
Il contratto dice chiaramente che il break negli ACC va dato con l'utilizzo di “apposito personale aggiuntivo”, mentre si ricorre ogni giorno alla “riconfigurazione dei team, accorpamento delle posizioni operative, compatibilmente con l’andamento del traffico”, attività consentita da contratto solo in altri enti.
Ribadiamo che tale atteggiamento si ripercuote direttamente sulle nostre tasche sotto forma di prestazioni aggiuntive non rese e quindi non retribuite; considerato che mediamente non vengono chiamati almeno tre reperibili al giorno, stiamo parlando di circa 750 ore straordinarie al mese che ENAV si tiene indebitamente nel borsello.
Abbiamo oltretutto il forte sentore che tutta questa necessità di risparmiare arrivi dalla volontà di indirizzare queste risorse verso altre voci di spesa; le nostre sono congetture ovviamente, ma si sappia che ENAV sta assumendo personale “non operativo” al ritmo di 350 unità/anno; dove andranno mai a finire i dirigenti, i quadri e gli amministrativi in esubero da Alitalia?
Non sarà che le nostre mancate prestazioni aggiuntive e le nostre mezz'ore in meno di break, servono a pagare stipendi di personale amministrativo superfluo, mentre il personale operativo (quello davvero produttivo) è da sempre sottodimensionato?

SCARICA PDF

martedì 30 settembre 2008

Reperibilità.

La scrivente Federazione, in nome e per conto di Licta, Anpcat, Cila-AV, essendo venuta a conoscenza di specifiche disposizioni impartite ai CSO e SPV dalla Locale Direzione per l'utilizzo dell'istituto contrattuale della reperibilità, chiede di essere messa a conoscenza con la massima urgenza di ogni variazione normativa intervenuta nell'uso del suddetto strumento contrattuale, e nello specifico, di conoscere con esattezza quali siano le disposizioni impartite.
Chiede inoltre quale sia l'importo economico corrisposto al personale che, reperibile in un giorno cosiddetto “super- festivo” (es. ferragosto), non venga chiamato a prestare effettivo servizio.
Certi di una rapida e sollecita risposta alla presente, si coglie l'occasione per porgere distinti saluti.

SCARICA PDF

Richiesta.

La scrivente Federazione, in nome e per conto di Licta, Anpcat, Cila-AV, in previsione della prossima ed ormai imminente stagione di addestramenti da tenere nel nostro centro di controllo, chiede con la massima urgenza di essere posta a conoscenza di tutti quegli elementi utili per un regolare svolgimento delle operazioni previste.
In particolare, la scrivente desidera essere posta a conoscenza dei seguenti dati:

  • Numero di istruttori OJT previsti per l' ente;
  • Numero di istruttori MEDID previsti per l'ente;
  • Regime orario per il personale utilizzato presso l'ufficio Addestramento;
  • Numero di abilitazioni da effettuare nella sessione 2008/2009;
  • Introduzione dell' UCS, cosi come previsto da regolamento ENAC.
Certi di un positivo riscontro, porgiamo cordiali saluti.

CARICA PDF

giovedì 25 settembre 2008

Criteri di distribuzione del Premio Di Risultato 2007 – Apertura vertenza

La scrivente Federazione, in nome e per conto di Licta, Anpcat, Cila-Av, dopo le risultanze emerse dal controllo degli statini busta paga del mese di agosto del personale di Milano ACC, ed in seguito alle domande di spiegazioni formulate alla locale Direzione, tuttora rimaste inevase, ritenendo la distribuzione del PDR 2007 essere avvenuta con criteri non congrui rispetto alla grande perfomance ottenuta nell'anno scorso, in particolare per quanto attiene alla distribuzione del cosiddetto “tesoretto” ed il pagamento delle professionalizzazioni conseguite dall'ente,

dichiara
lo stato di agitazione del personale e formale apertura di vertenza in accordo alla normativa vigente, rimanendo in attesa di convocazione per espletare la prima fase della procedura prevista dalla normativa vigente.

SCARICA PDF

giovedì 18 settembre 2008

Assemblea con Sandro Campanella ed Enrico Lucini

ASSEMBLEA

Martedì 23 Settembre 2008
dalle 10:00 alle 12:00
e dalle 12:45 alle 14:30


Presso la Sala Briefing (III piano), alla presenza del Coordinatore Nazionale Sandro Campanella e del Consigliere Enrico Lucini.
Sono invitati tutti i dipendenti Enav.
Scopo dell'assemblea sarà illustrare e dibattere sulla situazione attuale e prevista dell'attività di ATM-PP.

SCARICA PDF

mercoledì 6 agosto 2008

Vettoramento Fuori TMA - La nostra proposta

Operando sui cosiddetti aeroporti minori, i vettori low-cost ne hanno portato gli incrementi di traffico spesso a doppia cifra percentuale, ma gli strumenti a disposizione del CTA per la fornitura dei servizi ATC sono gli stessi da sempre.
I CTA di Milano ACC patiscono tale limitazione particolarmente ai settori TES e TWS, dove procedure non separate, classificazione dello spazio aereo e assenza di minime di vettoramento complicano notevolmente il loro lavoro, costringendoli in molti casi a un puro controllo procedurale.
Nell'attesa della pubblicazione di minime di vettoramento e della promessa estensione a sud della TMA, abbiamo presentato alla Direzione un piano fattibile ed immediatamente applicabile per consentire ai CTA di Milano di vettorare in dette aree:
  • Dato che non ci è consentito vettorare fuori spazio aereo controllato, riclassificare come “Echo” lo spazio aereo a sud della TMA; in tale modo tale spazio diventerebbe “controllato” per il traffico IFR, senza alcuna ripercussione per quello VFR.
  • Individuare l'ostacolo orografico più alto che possa interessare detta area e stabilire una quota di sicurezza al di sopra della quale gli aerei possono uscire dalle procedure al sicuro dagli ostacoli, così come già è stato fatto per FL200 rispetto al Monte Bianco.
Questi due semplici e immediati accorgimenti, dando per scontata ovviamente la copertura radar, consentirebbero ai CTA di Milano di effettuare separazioni radar in accordo alla normativa, pur consapevoli (insieme ai piloti) della possibile presenza di traffico VFR non in contatto in spazio “Echo”.
La Direzione si è dimostrata molto interessata a tale proposta e ci ha assicurato che attiverà tutti i canali necessari per verificarne al più presto la fattibilità.

SCARICA PDF

Report Riunione 05 Agosto 2008

In quanto non firmatari del CCNL, siamo stati ricevuti in seduta dedicata ieri dalla Locale Direzione per essere messi al corrente della gestione attuale e programmata di Milano ACC.
La riunione ha interessato diversi argomenti, sia riguardanti il contratto sia problematiche strettamente locali; elenchiamo in modo schematico per una più rapida comprensione:

  • Per i mesi di agosto e settembre, a tutti i 26 CTA che hanno presentato la rinuncia ad effettuare prestazioni straordinarie saranno riprogrammati turni a 136h/30gg privi di reperibilità; a partire dal mese di ottobre saranno programmati loro turni a 129/30gg + 7h di Continuous Training.
  • Ci è stato comunicato che la reperibilità, in quanto prestazione straordinaria, non può più essere presa di ferie, pertanto nel caso in cui il dipendente abbia il giorno di reperibilità nel proprio periodo di ferie potrà decidere liberamente se farsela riposizionare al di fuori di tale periodo o farsela eliminare del tutto per quel mese.
  • Ci è stato comunicato che usufruire della cosiddetta esaustività nei giorni in cui si hanno programmate una o più ore di prestazione aggiuntiva, comporterà la decurtazione di un'ora di straordinario e del relativo compenso; abbiamo espresso la nostra contrarietà in proposito, ma queste sono le direttive giunte da Roma.
  • Entro la prossima estate verranno conseguite 4 specializzazioni d'ente EXE2 e 24 specializzazioni d'ente EXE1 (in due tranches da 12); inoltre i 13 colleghi impiegati al FIC partiranno per il corso ACS-RAD e conseguiranno la specializzazione PLN.
  • Saranno assegnati a Milano ACC 16 nuovi CTA, 8 dei quali potrebbero partire per il corso ACS-RAD e specializzarsi entro l'estate prossima.
  • Ci è stato assicurato che subito dopo l'estate verranno nominati i nuovi responsabili dei reparti Addestramento e Sicurezza Volo, nonché il membro Staff.
  • E' allo studio la possibilità di ridurre da ottobre il layout notturno di 2 unità (i due PLN) e contestualmente introdurre uno o più settori H18 (due spezzoni da 9 ore, dalle 06:00 alle 24:00).
  • Abbiamo ricevuto dalla Locale Direzione un rapporto dettagliato sui fatti che hanno portato al prolungamento dell'apertura dei settori oltre le 23:00, con riduzione del minimo riposo notturno la sera del 13 luglio; chiarito che tale situazione è stata generata da una vera e propria contingency non prevedibile, abbiamo considerato esaustiva la spiegazione e dichiarato chiusa la vertenza aperta su tale argomento.
A termine di tale riunione informativa, abbiamo avanzato la richiesta che vengano effettuate esercitazioni continue e periodiche sul sistema fallback, in modo da familiarizzare sempre più il personale su tale sistema; ci è stato risposto che tali esercitazioni sono in fase di pianificazione, dato che il calendario deve essere coordinato tra i quattro ACC.
Abbiamo infine presentato una proposta per superare l'attuale impossibilità a vettorare fuori dalla TMA, in particolare nei pressi degli aeroporti di Genova, Pisa e Firenze; tale argomento sarà oggetto di un report tecnico dedicato.

SCARICA PDF

domenica 3 agosto 2008

Solidarietà ai colleghi di Brindisi ACC

Cari colleghi di Brindisi, abbiamo appreso dal testo della vostra vertenza i gravi fatti che quotidianamente vengono a verificarsi presso il vostro Centro di Controllo.
Nell'auspicare che la vertenza da voi aperta induca i vertici di Brindisi ACC a una seria riflessione sui propri compiti e sulle proprie responsabilità e li convinca a una gestione delle risorse umane più rispettosa dei dipendenti, nonché dell'utenza, vi esprimiamo tutta la solidarietà dei lavoratori di Milano ACC che non sono rimasti indifferenti alle problematiche da voi descritte.
I nostri migliori saluti.

SCARICA PDF

Guardare fuori dalla finestra

Riteniamo doveroso informare i lavoratori di Milano ACC di quanto stia avvenendo in queste settimane presso il Centro di Controllo di Brindisi.
Con la presente non intendiamo insinuare che questi gravi fatti avverranno anche qui a Milano, ma soltanto invitare tutti a riflettere sul fatto che una politica aziendale dai più ritenuta impossibile stia invece già oggi venendo applicata a dei nostri colleghi.
Riportiamo un estratto della lettera con cui la Sezione Locale ATM-PP di Brindisi ha aperto formale vertenza in data 28/07/2008.

  • applicazione di SMOPs per l’apertura anticipata dei settori alle 06.00, per gestire traffico programmato e non occasionale!;
  • personale obbligato a presentarsi al lavoro durante le giornate di riposo;
  • apertura sistematica del 6° settore effettuata da Supervisore ed FMP controller, ai quali di fatto è impedito l’assolvimento dei compiti per cui sono preposti;
  • apertura sistematica del 6° settore effettuata utilizzando personale di struttura per gestire carichi di traffico elevati e non adatti a tale personale in quanto occasionalmente impiegato;
  • applicazione sistematica dell’istituto dello straordinario in prolungamento d’orario durante ogni week-end per far fronte alla domanda di traffico programmato, non occasionale, e senza prevedere il necessario relief;
  • gestione di traffico oltre le capacità dichiarate da ENAV stessa, carichi di settore che rimangono il limite ultimo che la società si è data per garantire i margini per una efficiente azione di controllo di chi vola e chi lavora;
  • omesse spiegazioni al personale in servizio che, coinvolto in situazioni di eccessivo carico di lavoro, ha fatto esplicita richiesta scritta;
  • lettere sindacali e personali consegnate alla Direzione Locale non protocollate immediatamente ma solo dopo lettura e approvazione della stessa Direzione Locale;
  • mancata assegnazione di personale a completamento dell’organico necessario.

Sono forse anche queste motivazioni strumentali? Valutate voi.
Riguardo alla vignetta umoristica presente nella bacheca UIL, desideriamo precisare che lo sciopero del 26 Luglio nulla aveva a che vedere con il contratto; la satira è legittima, ma non quando basata sulle balle.
Le motivazioni dello sciopero erano scritte a caratteri cubitali e proprio la UIL le conosceva benissimo, dato che le aveva definite “valide” nel comunicato in cui appoggiava il nostro sciopero del 9 Maggio. Evidentemente i problemi di Milano sono stati nel frattempo risolti e soltanto ATM-PP non se ne è accorta.

SCARICA PDF

lunedì 28 luglio 2008

Comunicato post-sciopero 26.07.2008

La sezione locale di Milano ACC della organizzazione sindacale ATMPP, con la presente,intende rivolgere il proprio personale ringraziamento a tutti gli iscritti e non iscritti che, slegati da ogni forma di pregiudizio e svincolati da ogni logica di appartenenza, in occasione dello sciopero locale proclamato per il 26.07.2008, hanno manifestato la loro volontà, attraverso l'adesione convinta allo sciopero, permettendo di raccogliere un consenso di quasi il 30%.
Tale notevole riscontro riportato anche a fronte del vero e proprio boicottaggio posto in essere dall'Azienda, e non solo, rappresenta un chiaro e indiscutibile segnale di come i problemi irrisolti a Milano esistano e siano sentiti.
Nel manifestare tale apprezzamento, non possiamo sottrarci dallo stigmatizzare e criticare lo scandaloso comportamento tenuto da più parti.
La correttezza e la moralità, abbiamo potuto constatare, diventano sempre più merce rara.
Porre in essere ogni accorgimento, lecito e non, per impedire di avere un adesione ancora maggiore.
Aggiungere personale in sala di 10 unità, colonizzare la linea arrivi di supervisori, spostare le persone dagli statini giornalieri, fino a pochi giorni dallo sciopero, non rende appieno l'idea che il legittimo diritto di sciopero, posto in capo ad ogni lavoratore italiano dalla vigente Costituzione, è stato calpestato ed annichilito da siffatti comportamenti, in spregio di ogni più elementare regola di democrazia.
Auspichiamo che quello successo a noi, non abbia più a verificarsi, poiché tale atteggiamento, ripetuto nel tempo, equivarrebbe alla sicura morte di ogni organizzazione sindacale disarmata della sua forma di protesta più efficace.
Cosi come auspichiamo che un confronto sereno e costruttivo possa portare in futuro quella unità sindacale che da sempre, concedetelo, stiamo ricercando e che rappresenta l'unica soluzione valida per affrontare e risolvere gli endemici problemi del nostro centro.
Ci permettiamo di ricordare che tra pochi mesi le sterili e infruttuose polemiche postcontrattuali saranno un lontano ricordo e che i nostri problemi saranno ancora li ad aspettarci.
Cosi come umilmente ci permettiamo di sottolineare che la nostra controparte e' l' ENAV.
Continuare su un meccanismo cosi facile da scardinare per l'Azienda costituirebbe l'ennesimo segnale di divisione, che agli occhi di tutti i nostri iscritti rappresenta il vero fattore di difficile comprensione e che costituisce, da sempre, il nostro tallone d'Achille.
Superare questa fase diventerà cruciale per gli impegni futuri di questo centro e dei suoi lavoratori.
Ed è su questo terreno che avrete la nostra massima disponibilità a condividere percorsi comuni.
La propaganda, la mistificazione ed il sindacalese, lasciamolo ad altri.
Da oggi, iniziamo a parlare chiaro.

mercoledì 23 luglio 2008

Vertenza istituzione terzo SPV - Richiesta II^ fase

La locale RSA di ATM-PP, in nome e per conto di LICTA, ANPCAT, CILA-AV e SACTA, non avendo ricevuto convocazione alcuna allo scopo di esperire la I^ fase di conciliazione della vertenza aperta in data 11.07.2008 (prot. ATMPP/LIMM/034/2008/rr), riguardante l'istituzione di una terza linea Supervisore Operativo all'interno della Sala Controllo, inoltra ufficiale richiesta di convocazione per l'esperimento della II^ fase di conciliazione, in accordo dalla normativa vigente.
Certa di un celere e positivo riscontro, porge cordiali saluti.

SCARICA PDF

Vertenza sala break secondo piano - Richiesta II^ fase

La locale RSA di ATM-PP, in nome e per conto di LICTA, ANPCAT, CILA-AV e SACTA, non avendo ricevuto convocazione alcuna allo scopo di esperire la I^ fase di conciliazione della vertenza aperta in data 11.07.2008 (prot. ATMPP/LIMM/035/2008/rr), riguardante la mancata consegna nei tempi previsti della sala break del secondo piano di Milano ACC, inoltra ufficiale richiesta di convocazione per l'esperimento della II^ fase di conciliazione, in accordo dalla normativa vigente.
Certa di un celere e positivo riscontro, porge cordiali saluti.

SCARICA PDF

Richiesta documentazione

La locale RSA di ATM-PP, in nome e per conto di LICTA, ANPCAT, CILA-AV e SACTA, chiede di ricevere, nei tempi strettamente necessari alla raccolta dei dati, una copia del monte orario individuale in posizione operativa effettivamente reso da tutto il personale di Milano ACC nei primi sei mesi del 2008, nella forma più idonea a tutelare la privacy dei singoli dipendenti.
Certa di un celere e positivo riscontro alla presente, porge cordiali saluti.

SACRICA PDF

Criteri assegnazione ferie

La locale RSA di ATM-PP, in nome e per conto di LICTA, ANPCAT, CILA-AV e SACTA, ritenendo l'accordo di pari oggetto sottoscritto in data 13/12/2004 tra l'allora Direzione Locale e le OOSSLL non più soddisfacente per le attuali esigenze del personale e del Centro, chiede un incontro al fine di presentare le rispettive esigenze e valutare la possibilità di stendere un nuovo regolamento.
Certa di un celere e positivo riscontro alla presente, porge cordiali saluti.

SCARICA PDF

sabato 19 luglio 2008

Un'occasione d'oro

Lo sciopero nazionale proclamato per oggi 18.07.2008 (con annessi scioperi locali distribuiti su tutto il territorio) è stato precettato dal Ministro dei Trasporti; è la seconda volta che succede in meno di un mese.
Mentre da un lato questo provvedimento pone seri dubbi sulla imparzialità delle Istituzioni verso la salvaguardia dei diritti del sindacato (la via legale è già stata intrapresa), per noi lavoratori di Milano ACC vi è un risvolto tanto inatteso quanto positivo.
Il Consiglio Direttivo Nazionale ci ha informati della possibilità di pianificare per il 26 luglio, sabato prossimo, uno sciopero locale su un ACC; uno solo.
Chi segue l'attività periferica di ATM-PP attraverso il sito nazionale sa bene che non siamo i soli ad avere problemi e vertenze aperte; tuttavia abbiamo fortemente insistito perché questa occasione fosse concessa a Milano e siamo stati ascoltati.
Il 26 luglio dalle 12:00 alle 16:00 sciopera solo Milano ACC!
Conoscete tutti benissimo le motivazioni di questo sciopero locale; per ognuna c'è almeno una vertenza aperta.
  • La situazione organico è sempre più critica; le delibere di uscita arrivano, ma i nuovi CTA no; e sappiate che non sono previsti nuovi arrivi entro tutto il 2008! La Struttura continua a non essere ripianata e quest'anno abbiamo visto addirittura il ricorso al “lavoro stagionale” per far funzionare (a stento) il Reparto Addestramento; abilitati gli addestrandi, tutti su con la cuffia in testa!
  • Come se ciò no bastasse, tra i nuovi CTA Student sfornati dall'Academy ci sono 5 milanesi che sono stati assegnati a Brescia e Bolzano, mentre qui arriveranno (non si sa quando) i loro paricorso non lombardi che (comprensibilmente) non vedranno l'ora di andarsene.
  • Il problema del traffico sconosciuto (vertenza intersindacale di tutte le sigle) è sempre in attesa di una soluzione efficace e credibile che tuteli l'utenza e il CTA, ma ci sentiamo dire che volendo già oggi le IPI prevedono strumenti per arginarlo; oltre al danno la beffa!
  • Il SES si è guadagnato sul campo la “promozione” a settore H24, lo sappiamo tutti, ma la quarta notte continua a venirci negata (mentre circolano voci sull'intenzione di ridurre le posizioni notturne da ottobre!).
  • Abbiamo un numero di settori pari a quello di Roma ACC (per ora, ma aumenteranno ulteriormente); perché i nostri supervisori devono gestirli in due, quando il Centro capitolino dimostra che ne servirebbero tre? Perché ai CTA di Milano vengono negati il diritto a lavorare con maggiore tranquillità e la speranza di una più probabile prospettiva di carriera?
  • Mesi fa ci fu detto che la sala break del secondo piano ci sarebbe stata restituita “in tempo utile per gli europei di calcio”; certamente abbiamo peccato nel non farci specificare per iscritto “quale edizione”, ma resta il fatto che la situazione è insopportabile.
  • Ultima, ma non ultima, una delibera di mobilità geografica che, fuori da ogni norma sottoscritta, fa scavalcare molti CTA (milanesi e non) in attesa di trasferimento a Roma, ribadendo ancora una volta che le regole valgono e vengono rispettate alla lettera solo quando fanno comodo all'azienda.
Questi sono secondo noi i problemi più gravi che il Centro di Milano è quotidianamente chiamato ad affrontare; riteniamo che le ripercussioni che essi producono sui lavoratori non facciano parte dei compiti del CTA; riteniamo che i lavoratori di questo Centro, firmando il contratto di assunzione, abbiano sottoscritto l'impegno a lavorare al massimo della loro professionalità in un ambiente all'altezza di essa; riteniamo che così non sia e che il singolo CTA, da sempre ultimo anello della catena, oggi sia chiamato a fare ben più del dovuto, a compensare le carenze di un sistema che non sa, o non vuole, portarsi al passo della domanda per poi soddisfarla con i dovuti margini di risorse e sicurezza.
Riteniamo che sia giunto il momento di mettere questa azienda davanti alle proprie responsabilità.
Il 26 luglio guarderanno tutti soltanto noi.
Ognuno decida liberamente cosa vuole mostrare loro.

SCARICA PDF

mercoledì 16 luglio 2008

Il 26 Luglio sciopera Milano!

Come molti avranno saputo, lo sciopero nazionale indetto da ATM-PP per dopodomani è stato precettato d'autorità dal Ministero dei trasporti.
Il Consiglio Direttivo Nazionale ci ha informati della possibilità di programmare uno sciopero LOCALE per il 26, otto giorni dopo.
Abbiamo convinto i nostri nazionali a concedere a Milano questa possibilità, certi di una grande adesione.
Il 26.07.2008 dalle 12:00 alle 16:00 sciopera solo Milano ACC!
Abbiamo l'occasione irripetibile di vedere i riflettori puntati solo su di noi e sui nostri problemi.
Sfruttiamola!

martedì 15 luglio 2008

Personale CEN e SES impiegato oltre l'orario operativo previsto

La locale RSA di ATM-PP, in nome e per conto di LICTA, ANPCAT, CILA-AV e SACTA, chiede delucidazioni riguardo la situazione verificatasi la sera di domenica 13 luglio 2008, in cui i settori CEN e SES hanno visto prolungato il normale orario di apertura fino alle ore 24:00.
Nello stigmatizzare il ripetersi di tali circostanze, si chiede alla locale Direzione quali criteri siano stati utilizzati per individuare il personale da trattenere oltre il proprio orario di servizio; risulta infatti alla scrivente che tra i CTA che hanno prolungato il proprio turno pomeridiano, vi era chi è poi montato nuovamente in turno la mattina successiva alle ore 07:00.
Nell'auspicare che il ripetersi di tale accadimento venga scongiurato con ogni mezzo, certa di un celere e positivo riscontro alla presente, porge cordiali saluti.

SCARICA PDF

venerdì 11 luglio 2008

Sala break secondo piano - Apertura vertenza

La scrivente Federazione, in nome e per conto di LICTA, ANPCAT, SACTA e CILA-AV, visto il mancato rispetto dei tempi di consegna della sala break del secondo piano (promessa entro la fine del mese di Giugno 2008 ma tuttora inagibile), considerata l'intollerabile carenza di spazio disponibile al personale operativo in turno per usufruire del previsto riposo, constatata l'assenza di previsioni attendibili riguardo l'effettivo termine dei lavori in corso,

dichiara

lo stato di agitazione del personale e formale apertura di vertenza in accordo alla normativa vigente, rimanendo in attesa di convocazione per espletare la prima fase della procedura prevista dalla normativa vigente.

SCARICA PDF

Terza linea supervisori - Apertura vertenza

La scrivente Federazione, in nome e per conto di LICTA, ANPCAT, SACTA e CILA-AV, vista l'inconsistenza delle risposte alle richiesta inoltrata in data 02.07.2008, riguardo l'istituzione di un terzo Supervisore Operativo in Sala Controllo,

dichiara

lo stato di agitazione del personale e formale apertura di vertenza in accordo alla normativa vigente, rimanendo in attesa di convocazione per espletare la prima fase della procedura prevista dalla normativa vigente.

SCARICA PDF

giovedì 10 luglio 2008

Ricerca di personale per attività internazionale

La scrivente Sezione Locale ATM-PP, in nome e per conto di LICTA, ANPCAT, SACTA e CILA-AV, vista la mancata ricerca di personale volta al soddisfacimento di risorse umane per la Funzione Attività Internazionali, considerata l'assegnazione di un CTA di Milano ACC all'ufficio preposto per tale attività,

chiede

in applicazione dei comma da 1 a 5 dell'art. 5 dell'accordo del 28.06.2007 (allegato mobilità geografica), che venga immediatamente attivata una procedura di selezione per titoli ed esami per la posizione interessata e che il trasferimento sopramenzionato venga sospeso in attesa degli esiti della procedura di selezione sollecitata.
Certa di un celere e positivo riscontro, porge cordiali saluti.

SCARICA PDF

Le regole del gioco

Come molti di voi avranno appreso, sono state deliberate le prossime uscite di personale da Milano ACC.
Come molti di voi concorderanno, tra queste delibere ce n'è una che appare assolutamente irregolare, da un punto di vista tanto normativo quanto etico-professionale.
Come molti di voi avranno notato, fin dal nostro insediamento come Consiglio Locale, abbiamo fatto della trasparenza una bandiera, pubblicando un blog aperto ai commenti di tutti (e visitato al di là di ogni più ottimistica previsione) e portando a casa anche qualche risultato (regolamento per l'invio ai corsi OJTI, in primis).
Di fronte a un atteggiamento aziendale così palesemente discriminatorio nei confronti sia dei colleghi di Milano ACC, sia potenzialmente di tutti i CTA italiani che avrebbero potuto ambire a quel posto nelle Attività Internazionali e che invece è stato messo fuori dai giochi a priori, noi ci ribelliamo.
“Se glielo permettono, fa bene.” non è una posizione che riusciamo a condividere né a concepire, perché siamo fermamente convinti che la trasparenza e la meritocrazia siano componenti fondamentali per la crescita professionale di ognuno di noi e lo sviluppo di questa azienda, come insieme di individui.
E' per questi motivi che noi abbiamo deciso di non starci; le regole del gioco le abbiamo decise tutti insieme e le abbiamo firmate negli accordi in vigore.
State certi che per farle rispettare intraprenderemo ogni via percorribile, sindacale o giudiziaria che sia.

SCARICA PDF

lunedì 7 luglio 2008

Neoassunti milanesi inviati altrove - Dichiarazione di sciopero

Seguita la vertenza aperta in data 10.06.2008 riguardante l'assegnazione di personale neoassunto lombardo ad enti non lombardi e viceversa, a dispetto delle preferenze da essi espresse nonché delle posizioni evidenziate nella graduatoria pubblicata,:
  • nel rispetto della legge 146/90 e successive modificazioni;
  • nel rispetto della regolamentazione provvisoria emanata dalla Commissione di garanzia (Delibera 01/92 del 19.07.2001);
  • visto il calendario delle agitazioni per il trasporto aereo, redatto dall'Osservatorio sui Conflitti Sindacali – Ministero dei Trasporti;
  • tenuto conto dell'esito negativo relativamente all'esperimento della prima e seconda fase di conciliazione preventiva di cui, rispettivamente, agli artt. 30 e 31 della succitata regolamentazione provvisoria ed in particolare:
a) prima fase di conciliazione preventiva: esito negativo a seguito dell'incontro con ENAV SpA in data 17.06.2008 presso la Sede di Milano ACC della Società;
b) seconda fase di conciliazione preventiva: esito negativo a seguito dell'incontro con ENAV SpA in data 07.07.2008 presso la Sede di Milano ACC della Società,

  • preso atto dell'evanescente e inconsistente volontà aziendale di porre in essere tutte le misure atte al rispetto di quanto prescritto dall'art.1.2 dell'allegato mobilità geografica all'accordo 28.06.2007 (criterio di stanzialità);

SACTA proclama lo sciopero di tutto il personale ENAV Spa di Milano ACC il giorno

18.07.2008 dalle ore 12.00 alle ore 16.00.

Durante lo sciopero saranno garantiti i servizi minimi previsti per legge, secondo l'elenco dei voli predisposto dall'ENAC.


SCARICA PDF

Mobilità geografica fuori da ogni regola – Richiesta II fase conciliazione

La locale RSA di ATM-PP, in nome e per conto di LICTA, ANPCAT, CILA-AV e SACTA, a seguito dell'incontro avvenuto in data odierna allo scopo di esperire la I^ fase di conciliazione della vertenza aperta in data 04.04.2008 (prot. MILANO ACC ATMPP.MI/2008/028/rr), riguardante la fuoriuscita di personale dall'ente Milano ACC a dispetto dei regolamenti in vigore e delle graduatorie ultime pubblicate, preso atto della volontà aziendale di non fornire alcuna prova documentale in merito al provvedimento posto in essere, dichiarandosi insoddisfatta delle risposte ricevute e considerando conclusa negativamente la I^ fase, inoltra ufficiale richiesta di convocazione per l'esperimento della II^ fase di conciliazione, in accordo dalla normativa vigente.
Certa di un celere e positivo riscontro, porge cordiali saluti.

SCARICA PDF

sabato 5 luglio 2008

Emergenza organico - Differimento sciopero al 28.09.2008

La Commissione di Garanzia ci ha imposto di differire lo sciopero sull'organico; a causa della franchigia estiva, la prima data disponibile è il 28.09.2008.
Lo sciopero del 18.07.2008 sul Traffico Sconosciuto è invece confermato.

Con la presente, LICTA comunica il differimento dello sciopero proclamato in data 02 Luglio 2008 (rif. Prot. MILANO ACC ATMPP.MI/2008/026/rr) alla data del

28 Settembre 2008 - dalle ore 12.00 alle ore 16.00.

Durante lo sciopero saranno garantiti i servizi minimi previsti per legge, secondo l'elenco dei voli predisposto dall'ENAC.

SCARICA PDF

giovedì 3 luglio 2008

Mobilità geografica fuori da ogni regola – Apertura vertenza

La locale RSA di ATM-PP, in nome e per conto di LICTA, ANPCAT, CILA-AV e SACTA, venuta a conoscenza della fuoriuscita di personale dall'ente di Milano ACC verso altra sede, al di fuori di ogni tempistica, regolamentazione e graduatoria previste dagli accordi in vigore, chiede un incontro urgente con una rappresentanza dell'Area Risorse Umane per chiarimenti in merito.
La presente è da intendersi come formale apertura vertenza, in accordo alla normativa vigente.
Certa di un celere e positivo riscontro, porge cordiali saluti.

SCARICA PDF

mercoledì 2 luglio 2008

Richiesta introduzione terza linea SPV

La locale RSA di ATM-PP, in nome e per conto di LICTA, ANPCAT, CILA-AV e SACTA, vista l'introduzione di tre nuovi settori negli ultimi tre anni (CEN, TWN e UPP), considerata la pianificazione nel prossimo futuro di almeno due ulteriori settori (sdoppiamento di ANE e UPP), inoltra formale richiesta di aumentare a tre il numero di Supervisori Operativi presenti in Sala Controllo.
Coglie l'occasione per segnalare che l'ACC di Roma, a parità di Settori Operativi, già ha nel proprio layout tre SPV.
Chiede inoltre se è stabilito un numero massimo di Settori gestibili da un SPV e delucidazioni sulla considerazione del carico di lavoro di detto personale, in quanto pare alle scrivente che tale variabile non sia finora mai stata presa in considerazione nella pianificazione di aumento del layout.
Certa di un celere e positivo riscontro, porge cordiali saluti.

SCARICA PDF

Richiesta introduzione orario H24 settore SES

La locale RSA di ATM-PP, in nome e per conto di LICTA, ANPCAT, CILA-AV e SACTA, vista la sempre più frequente impossibilità di chiudere il settore in oggetto entro l'orario stabilito dal turno operativo a causa della eccessiva mole di traffico, inoltra richiesta ufficiale di portarne l'orario operativo a 24 ore.
Certa di un celere e positivo riscontro, porge cordiali saluti.

SCARICA PDF

Richiesta documentazione settori SES e TWN

La locale RSA di ATM-PP, in nome e per conto di LICTA, ANPCAT, CILA-AV e SACTA, inoltra richiesta ufficiale di conoscere gli orari di apertura e chiusura dei settori SES e TWN per ogni singolo giorno dei mesi di Giugno, Luglio, Agosto e Settembre 2007 e Giugno 2008.
Certa di un celere e positivo riscontro, porge cordiali saluti.

SCARICA PDF

Richiesta documentazione personale operativo

La locale RSA di ATM-PP, in nome e per conto di LICTA, ANPCAT, CILA-AV e SACTA, inoltra formale richiesta di documentazione scritta che certifichi il monte orario operativo effettivamente reso individualmente da tutto il personale operativo nel mese di Giugno 2008, in forma compatibile con le esigenze di tutela della privacy previste dalla normativa vigente.
Certa di un celere e positivo riscontro, porge cordiali saluti.

SCARICA PDF

Traffico sconosciuto - dichiarazione di sciopero

Seguita la vertenza aperta in data 05.05.2008 riguardante la problematica del traffico sconosciuto presente al di sotto dell'Area Terminale di Milano:
  • nel rispetto della legge 146/90 e successive modificazioni;
  • nel rispetto della regolamentazione provvisoria emanata dalla Commissione di garanzia (Delibera 01/92 del 19.07.2001);
  • visto il calendario delle agitazioni per il trasporto aereo, redatto dall'Osservatorio sui Conflitti Sindacali – Ministero dei Trasporti;
  • tenuto conto dell'esito negativo relativamente all'esperimento della prima e seconda fase di conciliazione preventiva di cui, rispettivamente, agli artt. 30 e 31 della succitata regolamentazione provvisoria ed in particolare:
a) prima fase di conciliazione preventiva: esito negativo a seguito dell'incontro con ENAV SpA in data 12.06.2008 presso la Sede di Milano ACC della Società (di detta riunione non è stato redatto verbale);
b) seconda fase di conciliazione preventiva: esito negativo a seguito dell'incontro con ENAV SpA in data 16.05.2008 presso La Prefettura di Milano,
  • preso atto dell'assenza di sviluppi successivi allo sciopero del 9 Maggio 2008 e visto il differimento d'ufficio di quello del 21 Giugno 2008,
ANPCAT proclama lo sciopero di tutto il personale ENAV Spa di Milano ACC

il giorno 18.07.2008 dalle ore 12.00 alle ore 16.00.


Durante lo sciopero saranno garantiti i servizi minimi previsti per legge, secondo l'elenco dei voli predisposto dall'ENAC.

SCARICA PDF

Emergenza Organico – dichiarazione di sciopero

Seguita la vertenza aperta in data 16.01.2008 riguardante la carenza di organico del Centro di Controllo di Milano:

  • nel rispetto della legge 146/90 e successive modificazioni;
  • nel rispetto della regolamentazione provvisoria emanata dalla Commissione di garanzia (Delibera 01/92 del 19.07.2001);
  • visto il calendario delle agitazioni per il trasporto aereo, redatto dall'Osservatorio sui Conflitti Sindacali – Ministero dei Trasporti;
  • tenuto conto dell'esito negativo relativamente all'esperimento della prima e seconda fase di conciliazione preventiva di cui, rispettivamente, agli artt. 30 e 31 della succitata regolamentazione provvisoria ed in particolare:
a) prima fase di conciliazione preventiva: esito negativo a seguito dell'incontro con ENAV SpA in data 01.02.2008 presso la prefettura di Milano;

b) seconda fase di conciliazione preventiva: esito negativo a seguito dell'incontro con ENAV SpA in data 11.02.2008 presso la Sede Centrale di Enav SpA in Roma,
  • preso atto dell'assenza di sviluppi successivi allo sciopero del 9 Maggio 2008 e visto il differimento d'ufficio di quello del 21 Giugno 2008,
LICTA proclama lo sciopero di tutto il personale ENAV Spa di Milano ACC

il giorno 18.07.2008 dalle ore 12.00 alle ore 16.00.

Durante lo sciopero saranno garantiti i servizi minimi previsti per legge, secondo l'elenco dei voli predisposto dall'ENAC.

SCARICA PDF

martedì 1 luglio 2008

Indisponibilità a prestare lavoro straordinario - modello lettera

Ricordando che la dichiarazione di indisponibilità a prestare lavoro straordinario ha effetto per tutta la vigenza contrattuale (non più solo per un anno, ma fino al 31.12.2011), offriamo agli interessati un modello di lettera per presentare domanda in tal senso.
Trovate il link al file anche sulla barra destra nel box "Milano ACC".


Al Direttore di Milano ACC

Oggetto: Richiesta rif. Art. 4 comma 35 CCNL 2008-2011.


CCNL 2008-2011 – Art. 4: “Articolazione dell'orario di lavoro”:
  • 34. Per tutto il quadriennio 2008-2011 le Parti convengono che tutto il personale CTA non quadro impiegato in linea operativa è tenuto a prestare attività operativa sino a 8 ore mensili oltre l’orario mensile d’impiego in posizione operativa e la prevista giornata di reperibilità mensile. Conseguentemente, la Società potrà programmare per l’intero quadriennio 2008-2011 attività d’impiego in posizione operativa sino ad un massimo di 144 ore per 30 giorni, secondo oggettivi criteri di rotazione ed in assoluta parità di trattamento d’impiego tra tutti i lavoratori in servizio in ciascun impianto.
  • 35. Per tutto il quadriennio 2008-2011 le Parti convengono di escludere dalla programmazione di cui sopra quella parte di personale CTA non quadro impiegato in linea operativa che, in misura non superiore al 20% dell’organico dell’impianto d’appartenenza, per esigenze di carattere sociale, dichiari, entro il termine improrogabile del 31 luglio 2008, la propria indisponibilità ad effettuare lavoro straordinario ai sensi di quanto previsto al punto 34 del presente articolo.
Il sottoscritto Mario Rossi (matricola 1234A), in servizio presso il Centro di Controllo d'Area di Milano con la qualifica di Controllore del Traffico Aereo, chiede di potersi avvalere del diritto alla rinuncia a prestare lavoro straordinario, come stabilito dall'art. 4, comma 35 del CCNL 2008-2011 sottoscritto in data 20 Giugno 2008.
Certo di un positivo riscontro, porge cordiali saluti.

Milano, 01 Luglio 2008.

Mario Rossi

lunedì 30 giugno 2008

Borsisti milanesi assegnati altrove - attivazione II fase

La locale RSA di ATM-PP, in seguito ad ulteriore coordinamento effettuato con la Direzione locale e con l'area Risorse Umane zona Nord, svoltosi in data successiva alla riunione tenutasi in data 17/06/2008, considera esperito il primo livello relativo alla vertenza aperta in data 10/06/2008,e pertanto richiede l’attivazione della II^ fase delle procedure di preventiva conciliazione, in accordo alla vigente regolamentazione.
In attesa di riscontro, porge cordiali saluti.

SCARICA PDF

martedì 10 giugno 2008

Borsisti milanesi assegnati altrove - apertura vertenza

La scrivente Federazione, in nome e per conto di LICTA, ANPCAT, SACTA e CILA-AV, essendo venuta a conoscenza delle previste nuove assegnazioni a Milano ACC, saputo della presenza in tali risorse di unità neoassunte provenienti dai corsi XIII-XIV-XV-XVI da poco conclusisi all'Academy di Forlì, appreso che nessuno dei residenti nell'area milanese sarà assegnato a codesto ente a dispetto delle preferenze da essi espresse nonché delle posizioni evidenziate nella graduatoria pubblicata, nello stigmatizzare ancora una volta la totale assenza di lungimiranza di Enav nel privilegiare il principio di stanzialità, indispensabile per realizzare il completo ripianamento organico di Milano ACC,

dichiara

lo stato di agitazione del personale e formale apertura di vertenza, rimanendo in attesa di convocazione per espletare la prima fase della procedura prevista dalla normativa vigente.

SCARICA PDF

martedì 3 giugno 2008

Emergenza Organico – dichiarazione di sciopero.

Seguita la vertenza aperta in data 30.01.2008 riguardante la carenza di organico del Centro di Controllo di Milano:
  • nel rispetto della legge 146/90 e successive modificazioni;
  • nel rispetto della regolamentazione provvisoria emanata dalla Commissione di garanzia (Delibera 01/92 del 19.07.2001);
  • visto il calendario delle agitazioni per il trasporto aereo, redatto dall'Osservatorio sui Conflitti Sindacali – Ministero dei Trasporti;
  • tenuto conto dell'esito negativo relativamente all'esperimento delle fasi di conciliazione preventiva di cui, rispettivamente, agli artt. 30 e 31 della succitata regolamentazione provvisoria, svoltesi in data 01.02.2008 presso la Prefettura di Milano e in data 11.02. 2008 presso la Sede Centrale di Enav SpA a Roma;
  • considerata l'assenza di sviluppi in seguito allo sciopero svoltosi in data 09.05.2008.

Preso atto dell’inesistente volontà aziendale di ricomporre la vertenza, in considerazione del calendario degli scioperi previsto ad oggi e nel rispetto della legge 146/90 e successive modificazioni, dichiara:

lo sciopero del personale Enav di Milano Acc per il giorno 21 Giugno 2008

personale turnista dalle ore 12:00 alle ore 16:00;
personale non turnista nelle ultime 4 ore della giornata lavorativa.

Durante lo sciopero saranno garantiti i servizi minimi previsti per legge, secondo l'elenco dei voli predisposto dall'ENAC.

SCARICA PDF

sabato 31 maggio 2008

Differimento sciopero

Le scriventi OOSS, a fronte del provvedimento n.30895 della Commissione di Garanzia (rif.prot.1140/RU) del 30 Maggio 2008, comunicano il differimento (anticipazione) dello sciopero alla data del

21 Giugno 2008, dalle ore 12:00 alle ore 16:00.

Durante lo sciopero saranno garantiti i servizi minimi previsti per legge, secondo l'elenco dei voli predisposto dall'ENAC.

SCARICA PDF

venerdì 30 maggio 2008

Interagenze SIDs/STARs aeroporti di Genova, Pisa e Firenze

Con la presente, le scriventi OOSSLL desiderano portare all'attenzione della compagine aziendale una esigenza operativa che sta sempre più contribuendo a rendere gravoso il lavoro dei colleghi impiegati nelle posizioni TWS e TES del Centro di Controllo di Milano.

Se da un lato è negli anni aumentata la domanda da/per gli aeroporti in oggetto (si pensi solo all'impetuoso +18% di Pisa nel 2006*), non si è assistito di pari passo ad un pronto adeguamento degli strumenti a disposizione dell'operatore ATC nell'adempimento del suo compito istituzionale; non è più accettabile infatti che il CTA in questione debba gestire le interagenze di tre aeroporti che insieme servono centomila movimenti annui con gli strumenti del Controllo Procedurale.

Si chiede a Enav di adeguare, ai fini del mantenimento dello standard di sicurezza richiesto, le dotazioni per la fornitura del servizio di controllo del traffico aereo a ciò che lo stato dell'arte e della tecnica mettono oggigiorno a disposizione; continuare a demandare al controllo procedurale - tecnica obsoleta da più di 20 anni - la sicurezza e la fornitura del servizio di controllo del traffico aereo nella preddetta area significa assumere deliberatamente il rischio che ne consegue.

Le scriventi chiedono quindi un incontro urgente per la discussione di tale problematica e lo sviluppo delle tanto possibili quanto urgenti soluzioni.

Certe di un celere e positivo riscontro, porgono distinti saluti.

Fed. ATMPP e UGL-T
Sezioni Locali Milano ACC

giovedì 29 maggio 2008

Safety Assessment nuovo settore Upper

Con la presente, le scriventi OOSSLL, in vista dell'imminente apertura del nuovo settore Upper, prevista per il 05/06/2008, chiedono con la massima urgenza la presentazione del Safety Assessment, nonché della relazione tecnica sull'analisi capacitiva di detto settore così come previsto dall’art.9 CCNL 1998/2001 e dalla normativa nazionale in materia di trasparenza amministrativa.
Sicuri di una celere risposta La informiamo che in caso di riscontro negativo ci troveremo costretti ad utilizzare tutte le vie che la legge ci offre per ottenere le informazioni in oggetto.
Distinti saluti.

SCARICA PDF

Organigramma struttura Milano ACC

Con la presente, le scriventi OOSSLL, chiedono con la massima urgenza la presentazione dell'organigramma della struttura di Milano ACC così come previsto dall’art.9 CCNL 1998/2001 e dalla normativa nazionale in materia di trasparenza amministrativa.
Sicuri di una celere risposta La informiamo che in caso di riscontro negativo ci troveremo costretti ad utilizzare tutte le vie che la legge ci offre per ottenere le informazioni in oggetto.
Distinti saluti.

SCARICA PDF

martedì 27 maggio 2008

Dichiarazione sciopero

Seguita la vertenza aperta in data 05.05.2008 riguardante la problematica del traffico sconosciuto presente al di sotto dell'Area Terminale di Milano:
  • nel rispetto della legge 146/90 e successive modificazioni;
  • nel rispetto della regolamentazione provvisoria emanata dalla Commissione di garanzia (Delibera 01/92 del 19.07.2001);
  • visto il calendario delle agitazioni per il trasporto aereo, redatto dall'Osservatorio sui Conflitti Sindacali – Ministero dei Trasporti;
  • tenuto conto dell'esito negativo relativamente all'esperimento della prima e seconda fase di conciliazione preventiva di cui, rispettivamente, agli artt. 30 e 31 della succitata regolamentazione provvisoria ed in particolare:
a) prima fase di conciliazione preventiva: esito negativo a seguito dell'incontro con ENAV SpA in data 12.06.2008 presso la Sede di Milano ACC della Società (di detta riunione non è stato redatto verbale);

b) seconda fase di conciliazione preventiva: esito negativo a seguito dell'incontro con ENAV SpA in data 16.05.2008 presso La Prefettura di Milano,


ANPCAT e UGL-T proclamano lo sciopero di tutto il personale ENAV Spa di Milano ACC il giorno

12.07.2008 dalle ore 12.00 alle ore 16.00.

Durante lo sciopero saranno garantiti i servizi minimi previsti per legge, secondo l'elenco dei voli predisposto dall'ENAC.

SCARICA PDF

carichi di lavoro settore operativo TWS

Il giorno 23.05.08, tra le 15:40 e le 16:40, è stato rilevato un significativo e facilmente prevedibile (Grand Prix di Montecarlo) sovraccarico di traffico aereo al settore TWS.
E’ stato stimato una carico – in una delle fasce di venti minuti dell’ora presa in considerazione – di oltre 20 aeromobili / 20’.
Per tale motivo chiediamo il grafico del carico di settore TWS, relativo all’orario considerato - sia in modalità oraria che per fasce di 20 minuti - , e la relativa lista dei voli afferenti tale settore.
L’intenso traffico che ha interessato la nostra area, e che verosimilmente è correlabile all’evento automobilistico monegasco, ha peraltro costretto il CSO, successivamente al sovraccarico sopra denunciato, ad aprire il settore TWN.
Chiediamo altresì quali misure di restrizione di flusso siano state attuate al fine di impedire il sovraccarico di traffico e limitare quindi le ulteriori criticità che oggettivamente hanno afflitto il settore “de quo”.

Nell'attesa di un cortese riscontro, si porgono cordiali saluti.

carichi di lavoro settori operativi LAR e ADE

Il giorno 22.05.08, nelle ore pomeridiane, sono stati rilevati anomali picchi di traffico inerenti il settore LAR.
Tale concentrazione di traffico, unitamente alle avverse condizioni meteo, ha significativamente complicato la gestione del traffico aereo.
Per tale motivo, chiediamo il grafico del carico del settore LAR relativo al pomeriggio considerato - sia in modalità oraria che per fasce di 20 minuti -, la relativa lista dei voli afferenti tale settore e l’orario di apertura del settore ADE con i relativi grafici e liste volo.
Chiediamo altresì quali misure di restrizione di flusso siano state attuate al fine mitigare le criticità dovute alla corposa quantità di traffico e i temporali in atto nell’area considerata.

Nell'attesa di un cortese riscontro, si porgono cordiali saluti.

SCARICA PDF

lunedì 26 maggio 2008

Utilizzo personale impiegato nella posizione FMP

Con la presente, le scriventi OOSSLL, nello stigmatizzare ancora una volta la gestione aziendale per non aver predisposto in tempo utile il necessario Layout per far fronte in maniera adeguata alla prevedibile domanda di traffico, chiedono alla spettabile direzione tutte le informazioni utili riguardo all'utilizzo del personale flussista in posizione operativa. A tal proposito, fermo restando quanto previsto nei compiti del CSO, laddove esistano i riferimenti normativi per l'utilizzo del suddetto personale, si chiede la specifica integrazione delle necessarie informazioni con l'inserimento nelle IPI locali.

Nell'attesa di un cortese riscontro, si porgono cordiali saluti.

SCARICA PDF

Modifica orari del 26.05.2008

Con la presente, le scriventi OOSSLL, in riferimento al log predisposto dalla direzione locale in data 26.05.2008 chiedono con la massima urgenza quali siano i riferimenti normativi applicati per l'introduzione dei seguenti orari: 15-24 ADD EXE 2; 10-18 CA FIC;
Nell'attesa di un urgente riscontro, si porgono cordiali saluti.

SCARICA PDF

Mancato rispetto Accordo Quadro 6.5 limiti di impiego personale CTA

Con la presente, le scriventi OOSSLL, chiedono alla locale direzione, con la massima celerità ogni informazione utile sulle cause che hanno determinato nella giornata del 23 Maggio 2008 al mancato rispetto dei limiti di impiego per il personale operativo così come stabilito dall'articolo 6.5 dell'Accordo Quadro del 10 Aprile 2004.

Nell'attesa di un urgente riscontro, si porgono cordiali saluti.

SCARICA PDF

martedì 20 maggio 2008

Traffico sconosciuto: Report sull’incontro in Prefettura

Il 16 maggio 2008 le organizzazioni sindacali hanno incontrato la locale Direzione in Prefettura allo scopo di evitare l’ulteriore azione di sciopero.

Oggetto della vertenza era il traffico sconosciuto.

Come tutti sapete, dopo anni di riporti legati alla difficoltà di conciliare il traffico sotto controllo con la gestione contestuale del traffico “scono”, l’ENAV ha partorito una serie di….Buoni propositi!! Magari risolutivi, se implementati, però, intanto, le responsabilità sono tutte nostre.

Non vogliamo sopperire ai compiti e responsabilità che invece spettano ad ENAV per istituto. L’indolenza dimostrata in tutti questi anni da chi aveva il dovere di dire “Basta!” ci ha spinto a porre in risalto questa patologica situazione con i mezzi che il sindacato ha a disposizione. Lo sciopero.

L’inconsistenza reale dell’operato dei Responsabili dell’ENAV si è palesata in toto nelle conclusioni verbalizzate in Prefettura.
Dopo un lunga e accaloratai discussione, alla presenza dell’autorità prefettizia - nella quale il sindacato ha manifestato la necessità di chiudere i “rubinetti” del traffico (almeno negli orari e giorni in cui il problema sconosciuto è maggiore) ed ENAV ha esposto le misure attualmente in itinere atte a mitigare tale problema - ciò che il rappresentante ENAV ha fatto verbalizzare è facilmente riassumibile:

Il problema è risolvibile con quanto già previsto dalla normativa e dalle IPI. Le restrizioni di flusso e, in fase tattica, lo stop ai decolli, sono azioni di pertinenza del Capo Sala e dei SPV i quali, regolarmente, pongono in essere queste loro competenze così come previsto da normativa. L’implementazione di una capacità ridotta, in determinate fasce orarie e giorni, non è quindi una soluzione che ENAV ha intenzione di prendere in considerazione visto che il problema, trovando già una risposta nella normativa, non esiste.

I nostri CSO dovrebbero applicare normalmente restrizioni di flusso quando c’è forte presenza di aeromobili sconosciuti e noi dovremo essrere “tutelatissimi” (magari come a Cagliari o Linate); i decolli dovrebbero essere regolarmente bloccati quando si dovesse presentare c’è intenso traffico sconosciuto nell’intorno degli aeroporti…..

Ai nostri colleghi superiori (CSO e SPV) ricordiamo che, su un verbale ufficiale, viene ribadita la vostra responsabilità e centralità nella gestione tattica (ed unica diremmo, in quanto soluzioni strategiche non sono previste nell’immediato) del problema dello sconosciuto.

A tutti i colleghi di Milano ACC, inclusi coloro i quali il 9 maggio non hanno aderito allo sciopero, desideriamo evidenziare ancora una volta quale considerazione questa azienda abbia del nostro lavoro nonché della nostra sicurezza personale.

FILT-CGIL FIT-CISL UIL-T ATM-PP

Trasparenza amministrativa

Del resto, l’ambito soggettivo in questione risulta oggi ulteriormente specificato dal disposto della lettera e) del comma 1 dell’art. 22 della legge n. 241/90, laddove precisa che per «pubblica amministrazione» devono intendersi “tutti i soggetti di diritto pubblico e i soggetti di diritto privato limitatamente alla loro attività di pubblico interesse disciplinata dal diritto nazionale o comunitario”.
L'imprenditore privato, quando svolge in base a tale titolo il servizio pubblico, è assoggettato dall'art. 23 della legge n. 241/90 ad un regime sostanziale particolare ( che incide anche sulla sua organizzazione interna ), perché è tenuto a soddisfare gli interessi pubblici e a far esercitare l'accesso ( nei limiti consentiti dalla stessa legge e dal regolamento di cui al D.P.R. 27.6. 1992, n. 352 ).

T.A.R. Campania, Salerno, sez. I, 12 febbraio 2003, n. 121 ( in Foro amm. TAR, 2003, 714 ).

Con la presente la scrivente Federazione desidera sollecitare una pronta risposta, nel rispetto della normativa vigente sulla trasparenza amministrativa, alle richieste di documentazione inoltrate nei scorsi giorni, con particolare riferimento a quelle riguardanti lo sciopero del 9 maggio, le ferie, i carichi di settore, gli inconvenienti e inconvenienti gravi e i turni dei mesi passati.
Certi di un celere e positivo riscontro, porge distinti saluti.

SCARICA PDF

mercoledì 14 maggio 2008

Richiesta documentazione

Lettera alla Direzione di Milano ACC:

Con la presente, la scrivente Federazione, con riferimento allo sciopero svoltosi in data 9 maggio 2008, chiede con la massima urgenza alla spettabile Direzione una copia della seguente documentazione:
  • Log giornaliero del 9 maggio 2008 con evidenziato il personale contingentato;
  • Lista dei voli previsti individuati da Enac e motivo per cui la suddetta lista non sia stata fornita ai settori operativi nelle ore dello sciopero;
  • Elenco dettagliato di tutte le restrizioni emesse in data 9 maggio 2008.
Nell'attesa di un sollecito riscontro alla presente, coglie l'occasione per porre distinti saluti.

SCARICA PDF

martedì 6 maggio 2008

Rispetto Accordo Quadro in Materia di emanazione dei turni

Lettera inviata alle massime cariche aziendali e alla Direzione di Milano ACC:

Le scriventi OO.SS.LL. visti gli ultimi accadimenti diffidano l’ENAV s.p.a. ed in particolare la direzione di Milano ACC, dal proseguire con il comportamento antisindacale, intimidatorio e provocatorio nei confronti del personale di Milano ACC in materia di programmazione dei turni.
Nel particolare il punto 6.4 Predisposizione e articolazione dei turni al punto B recita: “I turni di impiego operativo vengono predisposti in via preventiva dalla società, con cadenze periodiche di almeno tre mesi, e vengono comunicati al personale e alle RSA con un preavviso di almeno 15 giorni”.

Pertanto ricordiamo alla Direzione di Milano ACC che il turno deve essere programmato per un minimo di tre mesi, il turno comunicato al dipendente non può essere cambiato se non con il debito consenso dell’interessato e che la concessione di ferie non va a modificare la turnazione del dipendente così come previsto anche dalla circolare applicativa dell’Area Risorse Umane firmata dal Dott. Umberto Musetti.

Diffidiamo Enav S.p.a. ed in particolare la Direzione di Milano ACC nel proseguire con il comportamento antisindacale intrapreso ed in particolare la invitiamo a consegnare al personale la programmazione trimestrale del turno.

Diffidiamo Enav S.p.a. ed in particolare la Direzione di Milano Acc nel continuare, per il tramite del Reparto Impiego, ad intimidire il personale con metodi non consoni e finora ignoti per una azienda che vantava, sino ad ora, una tradizione di rispetto dei lavoratori indipendentemente dalla loro propria e personale disponibilità.

FILT-CGIL
FIT-CISL
UIL-T
UGL-T
ATM-PP

SCARICA PDF