lunedì 28 luglio 2008

Comunicato post-sciopero 26.07.2008

La sezione locale di Milano ACC della organizzazione sindacale ATMPP, con la presente,intende rivolgere il proprio personale ringraziamento a tutti gli iscritti e non iscritti che, slegati da ogni forma di pregiudizio e svincolati da ogni logica di appartenenza, in occasione dello sciopero locale proclamato per il 26.07.2008, hanno manifestato la loro volontà, attraverso l'adesione convinta allo sciopero, permettendo di raccogliere un consenso di quasi il 30%.
Tale notevole riscontro riportato anche a fronte del vero e proprio boicottaggio posto in essere dall'Azienda, e non solo, rappresenta un chiaro e indiscutibile segnale di come i problemi irrisolti a Milano esistano e siano sentiti.
Nel manifestare tale apprezzamento, non possiamo sottrarci dallo stigmatizzare e criticare lo scandaloso comportamento tenuto da più parti.
La correttezza e la moralità, abbiamo potuto constatare, diventano sempre più merce rara.
Porre in essere ogni accorgimento, lecito e non, per impedire di avere un adesione ancora maggiore.
Aggiungere personale in sala di 10 unità, colonizzare la linea arrivi di supervisori, spostare le persone dagli statini giornalieri, fino a pochi giorni dallo sciopero, non rende appieno l'idea che il legittimo diritto di sciopero, posto in capo ad ogni lavoratore italiano dalla vigente Costituzione, è stato calpestato ed annichilito da siffatti comportamenti, in spregio di ogni più elementare regola di democrazia.
Auspichiamo che quello successo a noi, non abbia più a verificarsi, poiché tale atteggiamento, ripetuto nel tempo, equivarrebbe alla sicura morte di ogni organizzazione sindacale disarmata della sua forma di protesta più efficace.
Cosi come auspichiamo che un confronto sereno e costruttivo possa portare in futuro quella unità sindacale che da sempre, concedetelo, stiamo ricercando e che rappresenta l'unica soluzione valida per affrontare e risolvere gli endemici problemi del nostro centro.
Ci permettiamo di ricordare che tra pochi mesi le sterili e infruttuose polemiche postcontrattuali saranno un lontano ricordo e che i nostri problemi saranno ancora li ad aspettarci.
Cosi come umilmente ci permettiamo di sottolineare che la nostra controparte e' l' ENAV.
Continuare su un meccanismo cosi facile da scardinare per l'Azienda costituirebbe l'ennesimo segnale di divisione, che agli occhi di tutti i nostri iscritti rappresenta il vero fattore di difficile comprensione e che costituisce, da sempre, il nostro tallone d'Achille.
Superare questa fase diventerà cruciale per gli impegni futuri di questo centro e dei suoi lavoratori.
Ed è su questo terreno che avrete la nostra massima disponibilità a condividere percorsi comuni.
La propaganda, la mistificazione ed il sindacalese, lasciamolo ad altri.
Da oggi, iniziamo a parlare chiaro.

mercoledì 23 luglio 2008

Vertenza istituzione terzo SPV - Richiesta II^ fase

La locale RSA di ATM-PP, in nome e per conto di LICTA, ANPCAT, CILA-AV e SACTA, non avendo ricevuto convocazione alcuna allo scopo di esperire la I^ fase di conciliazione della vertenza aperta in data 11.07.2008 (prot. ATMPP/LIMM/034/2008/rr), riguardante l'istituzione di una terza linea Supervisore Operativo all'interno della Sala Controllo, inoltra ufficiale richiesta di convocazione per l'esperimento della II^ fase di conciliazione, in accordo dalla normativa vigente.
Certa di un celere e positivo riscontro, porge cordiali saluti.

SCARICA PDF

Vertenza sala break secondo piano - Richiesta II^ fase

La locale RSA di ATM-PP, in nome e per conto di LICTA, ANPCAT, CILA-AV e SACTA, non avendo ricevuto convocazione alcuna allo scopo di esperire la I^ fase di conciliazione della vertenza aperta in data 11.07.2008 (prot. ATMPP/LIMM/035/2008/rr), riguardante la mancata consegna nei tempi previsti della sala break del secondo piano di Milano ACC, inoltra ufficiale richiesta di convocazione per l'esperimento della II^ fase di conciliazione, in accordo dalla normativa vigente.
Certa di un celere e positivo riscontro, porge cordiali saluti.

SCARICA PDF

Richiesta documentazione

La locale RSA di ATM-PP, in nome e per conto di LICTA, ANPCAT, CILA-AV e SACTA, chiede di ricevere, nei tempi strettamente necessari alla raccolta dei dati, una copia del monte orario individuale in posizione operativa effettivamente reso da tutto il personale di Milano ACC nei primi sei mesi del 2008, nella forma più idonea a tutelare la privacy dei singoli dipendenti.
Certa di un celere e positivo riscontro alla presente, porge cordiali saluti.

SACRICA PDF

Criteri assegnazione ferie

La locale RSA di ATM-PP, in nome e per conto di LICTA, ANPCAT, CILA-AV e SACTA, ritenendo l'accordo di pari oggetto sottoscritto in data 13/12/2004 tra l'allora Direzione Locale e le OOSSLL non più soddisfacente per le attuali esigenze del personale e del Centro, chiede un incontro al fine di presentare le rispettive esigenze e valutare la possibilità di stendere un nuovo regolamento.
Certa di un celere e positivo riscontro alla presente, porge cordiali saluti.

SCARICA PDF

sabato 19 luglio 2008

Un'occasione d'oro

Lo sciopero nazionale proclamato per oggi 18.07.2008 (con annessi scioperi locali distribuiti su tutto il territorio) è stato precettato dal Ministro dei Trasporti; è la seconda volta che succede in meno di un mese.
Mentre da un lato questo provvedimento pone seri dubbi sulla imparzialità delle Istituzioni verso la salvaguardia dei diritti del sindacato (la via legale è già stata intrapresa), per noi lavoratori di Milano ACC vi è un risvolto tanto inatteso quanto positivo.
Il Consiglio Direttivo Nazionale ci ha informati della possibilità di pianificare per il 26 luglio, sabato prossimo, uno sciopero locale su un ACC; uno solo.
Chi segue l'attività periferica di ATM-PP attraverso il sito nazionale sa bene che non siamo i soli ad avere problemi e vertenze aperte; tuttavia abbiamo fortemente insistito perché questa occasione fosse concessa a Milano e siamo stati ascoltati.
Il 26 luglio dalle 12:00 alle 16:00 sciopera solo Milano ACC!
Conoscete tutti benissimo le motivazioni di questo sciopero locale; per ognuna c'è almeno una vertenza aperta.
  • La situazione organico è sempre più critica; le delibere di uscita arrivano, ma i nuovi CTA no; e sappiate che non sono previsti nuovi arrivi entro tutto il 2008! La Struttura continua a non essere ripianata e quest'anno abbiamo visto addirittura il ricorso al “lavoro stagionale” per far funzionare (a stento) il Reparto Addestramento; abilitati gli addestrandi, tutti su con la cuffia in testa!
  • Come se ciò no bastasse, tra i nuovi CTA Student sfornati dall'Academy ci sono 5 milanesi che sono stati assegnati a Brescia e Bolzano, mentre qui arriveranno (non si sa quando) i loro paricorso non lombardi che (comprensibilmente) non vedranno l'ora di andarsene.
  • Il problema del traffico sconosciuto (vertenza intersindacale di tutte le sigle) è sempre in attesa di una soluzione efficace e credibile che tuteli l'utenza e il CTA, ma ci sentiamo dire che volendo già oggi le IPI prevedono strumenti per arginarlo; oltre al danno la beffa!
  • Il SES si è guadagnato sul campo la “promozione” a settore H24, lo sappiamo tutti, ma la quarta notte continua a venirci negata (mentre circolano voci sull'intenzione di ridurre le posizioni notturne da ottobre!).
  • Abbiamo un numero di settori pari a quello di Roma ACC (per ora, ma aumenteranno ulteriormente); perché i nostri supervisori devono gestirli in due, quando il Centro capitolino dimostra che ne servirebbero tre? Perché ai CTA di Milano vengono negati il diritto a lavorare con maggiore tranquillità e la speranza di una più probabile prospettiva di carriera?
  • Mesi fa ci fu detto che la sala break del secondo piano ci sarebbe stata restituita “in tempo utile per gli europei di calcio”; certamente abbiamo peccato nel non farci specificare per iscritto “quale edizione”, ma resta il fatto che la situazione è insopportabile.
  • Ultima, ma non ultima, una delibera di mobilità geografica che, fuori da ogni norma sottoscritta, fa scavalcare molti CTA (milanesi e non) in attesa di trasferimento a Roma, ribadendo ancora una volta che le regole valgono e vengono rispettate alla lettera solo quando fanno comodo all'azienda.
Questi sono secondo noi i problemi più gravi che il Centro di Milano è quotidianamente chiamato ad affrontare; riteniamo che le ripercussioni che essi producono sui lavoratori non facciano parte dei compiti del CTA; riteniamo che i lavoratori di questo Centro, firmando il contratto di assunzione, abbiano sottoscritto l'impegno a lavorare al massimo della loro professionalità in un ambiente all'altezza di essa; riteniamo che così non sia e che il singolo CTA, da sempre ultimo anello della catena, oggi sia chiamato a fare ben più del dovuto, a compensare le carenze di un sistema che non sa, o non vuole, portarsi al passo della domanda per poi soddisfarla con i dovuti margini di risorse e sicurezza.
Riteniamo che sia giunto il momento di mettere questa azienda davanti alle proprie responsabilità.
Il 26 luglio guarderanno tutti soltanto noi.
Ognuno decida liberamente cosa vuole mostrare loro.

SCARICA PDF

mercoledì 16 luglio 2008

Il 26 Luglio sciopera Milano!

Come molti avranno saputo, lo sciopero nazionale indetto da ATM-PP per dopodomani è stato precettato d'autorità dal Ministero dei trasporti.
Il Consiglio Direttivo Nazionale ci ha informati della possibilità di programmare uno sciopero LOCALE per il 26, otto giorni dopo.
Abbiamo convinto i nostri nazionali a concedere a Milano questa possibilità, certi di una grande adesione.
Il 26.07.2008 dalle 12:00 alle 16:00 sciopera solo Milano ACC!
Abbiamo l'occasione irripetibile di vedere i riflettori puntati solo su di noi e sui nostri problemi.
Sfruttiamola!

martedì 15 luglio 2008

Personale CEN e SES impiegato oltre l'orario operativo previsto

La locale RSA di ATM-PP, in nome e per conto di LICTA, ANPCAT, CILA-AV e SACTA, chiede delucidazioni riguardo la situazione verificatasi la sera di domenica 13 luglio 2008, in cui i settori CEN e SES hanno visto prolungato il normale orario di apertura fino alle ore 24:00.
Nello stigmatizzare il ripetersi di tali circostanze, si chiede alla locale Direzione quali criteri siano stati utilizzati per individuare il personale da trattenere oltre il proprio orario di servizio; risulta infatti alla scrivente che tra i CTA che hanno prolungato il proprio turno pomeridiano, vi era chi è poi montato nuovamente in turno la mattina successiva alle ore 07:00.
Nell'auspicare che il ripetersi di tale accadimento venga scongiurato con ogni mezzo, certa di un celere e positivo riscontro alla presente, porge cordiali saluti.

SCARICA PDF

venerdì 11 luglio 2008

Sala break secondo piano - Apertura vertenza

La scrivente Federazione, in nome e per conto di LICTA, ANPCAT, SACTA e CILA-AV, visto il mancato rispetto dei tempi di consegna della sala break del secondo piano (promessa entro la fine del mese di Giugno 2008 ma tuttora inagibile), considerata l'intollerabile carenza di spazio disponibile al personale operativo in turno per usufruire del previsto riposo, constatata l'assenza di previsioni attendibili riguardo l'effettivo termine dei lavori in corso,

dichiara

lo stato di agitazione del personale e formale apertura di vertenza in accordo alla normativa vigente, rimanendo in attesa di convocazione per espletare la prima fase della procedura prevista dalla normativa vigente.

SCARICA PDF

Terza linea supervisori - Apertura vertenza

La scrivente Federazione, in nome e per conto di LICTA, ANPCAT, SACTA e CILA-AV, vista l'inconsistenza delle risposte alle richiesta inoltrata in data 02.07.2008, riguardo l'istituzione di un terzo Supervisore Operativo in Sala Controllo,

dichiara

lo stato di agitazione del personale e formale apertura di vertenza in accordo alla normativa vigente, rimanendo in attesa di convocazione per espletare la prima fase della procedura prevista dalla normativa vigente.

SCARICA PDF

giovedì 10 luglio 2008

Ricerca di personale per attività internazionale

La scrivente Sezione Locale ATM-PP, in nome e per conto di LICTA, ANPCAT, SACTA e CILA-AV, vista la mancata ricerca di personale volta al soddisfacimento di risorse umane per la Funzione Attività Internazionali, considerata l'assegnazione di un CTA di Milano ACC all'ufficio preposto per tale attività,

chiede

in applicazione dei comma da 1 a 5 dell'art. 5 dell'accordo del 28.06.2007 (allegato mobilità geografica), che venga immediatamente attivata una procedura di selezione per titoli ed esami per la posizione interessata e che il trasferimento sopramenzionato venga sospeso in attesa degli esiti della procedura di selezione sollecitata.
Certa di un celere e positivo riscontro, porge cordiali saluti.

SCARICA PDF

Le regole del gioco

Come molti di voi avranno appreso, sono state deliberate le prossime uscite di personale da Milano ACC.
Come molti di voi concorderanno, tra queste delibere ce n'è una che appare assolutamente irregolare, da un punto di vista tanto normativo quanto etico-professionale.
Come molti di voi avranno notato, fin dal nostro insediamento come Consiglio Locale, abbiamo fatto della trasparenza una bandiera, pubblicando un blog aperto ai commenti di tutti (e visitato al di là di ogni più ottimistica previsione) e portando a casa anche qualche risultato (regolamento per l'invio ai corsi OJTI, in primis).
Di fronte a un atteggiamento aziendale così palesemente discriminatorio nei confronti sia dei colleghi di Milano ACC, sia potenzialmente di tutti i CTA italiani che avrebbero potuto ambire a quel posto nelle Attività Internazionali e che invece è stato messo fuori dai giochi a priori, noi ci ribelliamo.
“Se glielo permettono, fa bene.” non è una posizione che riusciamo a condividere né a concepire, perché siamo fermamente convinti che la trasparenza e la meritocrazia siano componenti fondamentali per la crescita professionale di ognuno di noi e lo sviluppo di questa azienda, come insieme di individui.
E' per questi motivi che noi abbiamo deciso di non starci; le regole del gioco le abbiamo decise tutti insieme e le abbiamo firmate negli accordi in vigore.
State certi che per farle rispettare intraprenderemo ogni via percorribile, sindacale o giudiziaria che sia.

SCARICA PDF

lunedì 7 luglio 2008

Neoassunti milanesi inviati altrove - Dichiarazione di sciopero

Seguita la vertenza aperta in data 10.06.2008 riguardante l'assegnazione di personale neoassunto lombardo ad enti non lombardi e viceversa, a dispetto delle preferenze da essi espresse nonché delle posizioni evidenziate nella graduatoria pubblicata,:
  • nel rispetto della legge 146/90 e successive modificazioni;
  • nel rispetto della regolamentazione provvisoria emanata dalla Commissione di garanzia (Delibera 01/92 del 19.07.2001);
  • visto il calendario delle agitazioni per il trasporto aereo, redatto dall'Osservatorio sui Conflitti Sindacali – Ministero dei Trasporti;
  • tenuto conto dell'esito negativo relativamente all'esperimento della prima e seconda fase di conciliazione preventiva di cui, rispettivamente, agli artt. 30 e 31 della succitata regolamentazione provvisoria ed in particolare:
a) prima fase di conciliazione preventiva: esito negativo a seguito dell'incontro con ENAV SpA in data 17.06.2008 presso la Sede di Milano ACC della Società;
b) seconda fase di conciliazione preventiva: esito negativo a seguito dell'incontro con ENAV SpA in data 07.07.2008 presso la Sede di Milano ACC della Società,

  • preso atto dell'evanescente e inconsistente volontà aziendale di porre in essere tutte le misure atte al rispetto di quanto prescritto dall'art.1.2 dell'allegato mobilità geografica all'accordo 28.06.2007 (criterio di stanzialità);

SACTA proclama lo sciopero di tutto il personale ENAV Spa di Milano ACC il giorno

18.07.2008 dalle ore 12.00 alle ore 16.00.

Durante lo sciopero saranno garantiti i servizi minimi previsti per legge, secondo l'elenco dei voli predisposto dall'ENAC.


SCARICA PDF

Mobilità geografica fuori da ogni regola – Richiesta II fase conciliazione

La locale RSA di ATM-PP, in nome e per conto di LICTA, ANPCAT, CILA-AV e SACTA, a seguito dell'incontro avvenuto in data odierna allo scopo di esperire la I^ fase di conciliazione della vertenza aperta in data 04.04.2008 (prot. MILANO ACC ATMPP.MI/2008/028/rr), riguardante la fuoriuscita di personale dall'ente Milano ACC a dispetto dei regolamenti in vigore e delle graduatorie ultime pubblicate, preso atto della volontà aziendale di non fornire alcuna prova documentale in merito al provvedimento posto in essere, dichiarandosi insoddisfatta delle risposte ricevute e considerando conclusa negativamente la I^ fase, inoltra ufficiale richiesta di convocazione per l'esperimento della II^ fase di conciliazione, in accordo dalla normativa vigente.
Certa di un celere e positivo riscontro, porge cordiali saluti.

SCARICA PDF

sabato 5 luglio 2008

Emergenza organico - Differimento sciopero al 28.09.2008

La Commissione di Garanzia ci ha imposto di differire lo sciopero sull'organico; a causa della franchigia estiva, la prima data disponibile è il 28.09.2008.
Lo sciopero del 18.07.2008 sul Traffico Sconosciuto è invece confermato.

Con la presente, LICTA comunica il differimento dello sciopero proclamato in data 02 Luglio 2008 (rif. Prot. MILANO ACC ATMPP.MI/2008/026/rr) alla data del

28 Settembre 2008 - dalle ore 12.00 alle ore 16.00.

Durante lo sciopero saranno garantiti i servizi minimi previsti per legge, secondo l'elenco dei voli predisposto dall'ENAC.

SCARICA PDF

giovedì 3 luglio 2008

Mobilità geografica fuori da ogni regola – Apertura vertenza

La locale RSA di ATM-PP, in nome e per conto di LICTA, ANPCAT, CILA-AV e SACTA, venuta a conoscenza della fuoriuscita di personale dall'ente di Milano ACC verso altra sede, al di fuori di ogni tempistica, regolamentazione e graduatoria previste dagli accordi in vigore, chiede un incontro urgente con una rappresentanza dell'Area Risorse Umane per chiarimenti in merito.
La presente è da intendersi come formale apertura vertenza, in accordo alla normativa vigente.
Certa di un celere e positivo riscontro, porge cordiali saluti.

SCARICA PDF

mercoledì 2 luglio 2008

Richiesta introduzione terza linea SPV

La locale RSA di ATM-PP, in nome e per conto di LICTA, ANPCAT, CILA-AV e SACTA, vista l'introduzione di tre nuovi settori negli ultimi tre anni (CEN, TWN e UPP), considerata la pianificazione nel prossimo futuro di almeno due ulteriori settori (sdoppiamento di ANE e UPP), inoltra formale richiesta di aumentare a tre il numero di Supervisori Operativi presenti in Sala Controllo.
Coglie l'occasione per segnalare che l'ACC di Roma, a parità di Settori Operativi, già ha nel proprio layout tre SPV.
Chiede inoltre se è stabilito un numero massimo di Settori gestibili da un SPV e delucidazioni sulla considerazione del carico di lavoro di detto personale, in quanto pare alle scrivente che tale variabile non sia finora mai stata presa in considerazione nella pianificazione di aumento del layout.
Certa di un celere e positivo riscontro, porge cordiali saluti.

SCARICA PDF

Richiesta introduzione orario H24 settore SES

La locale RSA di ATM-PP, in nome e per conto di LICTA, ANPCAT, CILA-AV e SACTA, vista la sempre più frequente impossibilità di chiudere il settore in oggetto entro l'orario stabilito dal turno operativo a causa della eccessiva mole di traffico, inoltra richiesta ufficiale di portarne l'orario operativo a 24 ore.
Certa di un celere e positivo riscontro, porge cordiali saluti.

SCARICA PDF

Richiesta documentazione settori SES e TWN

La locale RSA di ATM-PP, in nome e per conto di LICTA, ANPCAT, CILA-AV e SACTA, inoltra richiesta ufficiale di conoscere gli orari di apertura e chiusura dei settori SES e TWN per ogni singolo giorno dei mesi di Giugno, Luglio, Agosto e Settembre 2007 e Giugno 2008.
Certa di un celere e positivo riscontro, porge cordiali saluti.

SCARICA PDF

Richiesta documentazione personale operativo

La locale RSA di ATM-PP, in nome e per conto di LICTA, ANPCAT, CILA-AV e SACTA, inoltra formale richiesta di documentazione scritta che certifichi il monte orario operativo effettivamente reso individualmente da tutto il personale operativo nel mese di Giugno 2008, in forma compatibile con le esigenze di tutela della privacy previste dalla normativa vigente.
Certa di un celere e positivo riscontro, porge cordiali saluti.

SCARICA PDF

Traffico sconosciuto - dichiarazione di sciopero

Seguita la vertenza aperta in data 05.05.2008 riguardante la problematica del traffico sconosciuto presente al di sotto dell'Area Terminale di Milano:
  • nel rispetto della legge 146/90 e successive modificazioni;
  • nel rispetto della regolamentazione provvisoria emanata dalla Commissione di garanzia (Delibera 01/92 del 19.07.2001);
  • visto il calendario delle agitazioni per il trasporto aereo, redatto dall'Osservatorio sui Conflitti Sindacali – Ministero dei Trasporti;
  • tenuto conto dell'esito negativo relativamente all'esperimento della prima e seconda fase di conciliazione preventiva di cui, rispettivamente, agli artt. 30 e 31 della succitata regolamentazione provvisoria ed in particolare:
a) prima fase di conciliazione preventiva: esito negativo a seguito dell'incontro con ENAV SpA in data 12.06.2008 presso la Sede di Milano ACC della Società (di detta riunione non è stato redatto verbale);
b) seconda fase di conciliazione preventiva: esito negativo a seguito dell'incontro con ENAV SpA in data 16.05.2008 presso La Prefettura di Milano,
  • preso atto dell'assenza di sviluppi successivi allo sciopero del 9 Maggio 2008 e visto il differimento d'ufficio di quello del 21 Giugno 2008,
ANPCAT proclama lo sciopero di tutto il personale ENAV Spa di Milano ACC

il giorno 18.07.2008 dalle ore 12.00 alle ore 16.00.


Durante lo sciopero saranno garantiti i servizi minimi previsti per legge, secondo l'elenco dei voli predisposto dall'ENAC.

SCARICA PDF

Emergenza Organico – dichiarazione di sciopero

Seguita la vertenza aperta in data 16.01.2008 riguardante la carenza di organico del Centro di Controllo di Milano:

  • nel rispetto della legge 146/90 e successive modificazioni;
  • nel rispetto della regolamentazione provvisoria emanata dalla Commissione di garanzia (Delibera 01/92 del 19.07.2001);
  • visto il calendario delle agitazioni per il trasporto aereo, redatto dall'Osservatorio sui Conflitti Sindacali – Ministero dei Trasporti;
  • tenuto conto dell'esito negativo relativamente all'esperimento della prima e seconda fase di conciliazione preventiva di cui, rispettivamente, agli artt. 30 e 31 della succitata regolamentazione provvisoria ed in particolare:
a) prima fase di conciliazione preventiva: esito negativo a seguito dell'incontro con ENAV SpA in data 01.02.2008 presso la prefettura di Milano;

b) seconda fase di conciliazione preventiva: esito negativo a seguito dell'incontro con ENAV SpA in data 11.02.2008 presso la Sede Centrale di Enav SpA in Roma,
  • preso atto dell'assenza di sviluppi successivi allo sciopero del 9 Maggio 2008 e visto il differimento d'ufficio di quello del 21 Giugno 2008,
LICTA proclama lo sciopero di tutto il personale ENAV Spa di Milano ACC

il giorno 18.07.2008 dalle ore 12.00 alle ore 16.00.

Durante lo sciopero saranno garantiti i servizi minimi previsti per legge, secondo l'elenco dei voli predisposto dall'ENAC.

SCARICA PDF

martedì 1 luglio 2008

Indisponibilità a prestare lavoro straordinario - modello lettera

Ricordando che la dichiarazione di indisponibilità a prestare lavoro straordinario ha effetto per tutta la vigenza contrattuale (non più solo per un anno, ma fino al 31.12.2011), offriamo agli interessati un modello di lettera per presentare domanda in tal senso.
Trovate il link al file anche sulla barra destra nel box "Milano ACC".


Al Direttore di Milano ACC

Oggetto: Richiesta rif. Art. 4 comma 35 CCNL 2008-2011.


CCNL 2008-2011 – Art. 4: “Articolazione dell'orario di lavoro”:
  • 34. Per tutto il quadriennio 2008-2011 le Parti convengono che tutto il personale CTA non quadro impiegato in linea operativa è tenuto a prestare attività operativa sino a 8 ore mensili oltre l’orario mensile d’impiego in posizione operativa e la prevista giornata di reperibilità mensile. Conseguentemente, la Società potrà programmare per l’intero quadriennio 2008-2011 attività d’impiego in posizione operativa sino ad un massimo di 144 ore per 30 giorni, secondo oggettivi criteri di rotazione ed in assoluta parità di trattamento d’impiego tra tutti i lavoratori in servizio in ciascun impianto.
  • 35. Per tutto il quadriennio 2008-2011 le Parti convengono di escludere dalla programmazione di cui sopra quella parte di personale CTA non quadro impiegato in linea operativa che, in misura non superiore al 20% dell’organico dell’impianto d’appartenenza, per esigenze di carattere sociale, dichiari, entro il termine improrogabile del 31 luglio 2008, la propria indisponibilità ad effettuare lavoro straordinario ai sensi di quanto previsto al punto 34 del presente articolo.
Il sottoscritto Mario Rossi (matricola 1234A), in servizio presso il Centro di Controllo d'Area di Milano con la qualifica di Controllore del Traffico Aereo, chiede di potersi avvalere del diritto alla rinuncia a prestare lavoro straordinario, come stabilito dall'art. 4, comma 35 del CCNL 2008-2011 sottoscritto in data 20 Giugno 2008.
Certo di un positivo riscontro, porge cordiali saluti.

Milano, 01 Luglio 2008.

Mario Rossi