domenica 29 marzo 2009

Voli di familiarizzazione in cockpit! Presi accordi con Ryanair.


La Sezione Locale ATM-PP è lieta di presentare un'iniziativa che riteniamo sarà apprezzata da tutti coloro i quali puntano al continuo accrescimento della propria professionalità.
Abbiamo preso accordi con Ryanair per concedere voli gratuiti di familiarizzazione in cockpit (round-robin in giornata) a tutti i CTA di Milano ACC che ne facciano richiesta.
Sottolineando che l'iniziativa è aperta a tutti i CTA di Milano ACC, in qualità di organizzatori, in caso di richieste nello stesso giorno da parte di un iscritto ATM-PP e un non iscritto, prediligeremo la richiesta del primo.
Gli interessati possono inviare una email all'indirizzo milanoatmpp@gmail.com allegando una scansione del tesserino aziendale e indicando almeno 3 date possibili, oppure rivolgersi al referente del Consiglio Locale, Antonio Marino.

SACRICA PDF

venerdì 27 marzo 2009

Divulgazione Materiale Operativo

In seguito all’entrata in vigore dei nuovi standards operativi, stiamo continuamente assistendo alle quotidiane discussioni tra CTA, alla ricerca di una interpretazione univoca, chiara e certa del pensiero, alcune volte non chiaramente espresso, dell’estensore degli stessi standards.
In effetti, la lettura del documento non sempre risulta fluente e libera da dubbi interpretativi e, in diversi casi quanto enunciato risulta quantomeno discutibile.
E’ opinione degli scriventi che le critiche, le discussioni, i dubbi, dovrebbero essere “attività che precede” l’emanazione del documento nella sua forma finale, non sicuramente un’attività fatta a posteriori e “sul pezzo”!
Al di là delle considerazioni sugli standards, ci permettiamo di suggerire, in merito alla divulgazione di regolamentazione operativa di notevole interesse ed impatto quali sono gli standards operativi, l’adozione del sistema già utilizzato da ENAC, nostro Regulator.
Considerato che tutto il Personale operativo è in possesso di un account aziendale personale, gli ordini di servizio, circolari ed altro, qualora rientrassero nella categoria di documentazione considerata “di considerabile impatto sull’operativo”, potrebbero essere divulgati agli “utenti”, i CTA, come segue:
  • trasmissione via mail ai CTA del documento sotto forma di “bozza”;
  • istituzione di un periodo di consultazione di 1 mese (data di inizio contestuale alla trasmissione del documento);
  • trasmissione di un modulo per eventuali commenti e/o suggerimenti;
  • individuazione di un indirizzo mail, comunicato insieme a quanto sopra, per la trasmissione di commenti e/o suggerimenti.
In tal modo, oltre a dare una evidente dimostrazione di spirito democratico, si raggiungerebbero diversi obiettivi:
  1. maggiore coinvolgimento del Personale Operativo nella definizione di regole che poi saranno chiamati a rispettare, nell’applicazione operativa;
  2. confronto su aspetti particolari che potrebbero sfuggire ai relatori;
  3. confronto immediato con quella che poi dovrà diventare la realtà operativa;
  4. eliminazione, o quantomeno sensibile diminuzione, dei commenti del tipo “non sapevo”, “sono improponibili” e conseguente eliminazione di “alibi” per il partito dei “contestatori a tutti i costi”;
  5. probabile riduzione del numero di incontri di spiegazione teorica;
  6. eliminazione dell’incertezza riguardante il corretto recapito di segnalazioni, commenti, critiche, suggerimenti, mediante istituzione di trasmissione delle stesse via mail.
Riteniamo che quanto sopra, soprattutto in riferimento al punto n.1, possa essere espressione della volontà di coinvolgimento di tutto il personale operativo nella definizione delle regole, che poi diverranno la base della attività operativa da svolgere ogni giorno.

SCARICA PDF

giovedì 19 marzo 2009

Situazione logistica sale break e servizi igienici

La scrivente Federazione desidera segnalare (ribadire sarebbe il termine più corretto...) alla Locale Direzione l'ormai cronica ineguatezza delle salette relief del terzo piano.
La “selezione naturale” delle poltrone prosegue inarrestabile; ad oggi sopravvivono due poltrone non reclinabili dalla veneranda età e dal dubbio colore e due poltrone reclinate.
“Reclinate” e non “reclinabili”, in quanto la rottura del meccanismo non permette più di mantenere lo schienale in posizione verticale, ma il grado di inclinazione dello schienale è regolabile soltanto allontanando o avvicinando la poltrona stessa al muro...
Teniamo ad evidenziare che, nonostante le mancate chiamate dei reperibili, il numero del personale contemporaneamente in relief supera sempre abbondantemente le quattro unità...
Non possiamo ovviamente considerare le sedie della saletta briefing come idonee al relief, altrimenti dovremmo accettare l'assurda condizione secondo cui la poltrona su cui il CTA lavora in sala operativa è ben più confortevole di quella su cui dovrebbe riposare...
La pianificata ristrutturazione dell'intero piano ci fa sperare (ma vorremmo sapere quando...) in un ammodernamento dei locali, che presentano oggi impianti e cablaggi a vista, sistemi di condizionamento non sempre funzionanti e controsoffitti, quando presenti, macchiati dalle memorabili infiltrazioni piovane.
Cogliamo inoltre l'occasione per segnalare lo stato di degrado dei servizi igienici sia del secondo che del terzo piano, da poco rimessi a nuovo ma già da riparare, chiedendone un'ispezione valutativa: a titolo di esempio, al secondo piano un copri-wc si è già staccato, mentre al terzo piano un bidet è da tempo otturato e un portarotolo è caduto dal muro.
Nella speranza di un celere riscontro, si porgono distinti saluti.

SCARICA PDF

martedì 17 marzo 2009

Invalidate le elezioni degli RLS

Lo scorso autunno abbiamo votato ed eletto regolarmente i nostri Rappresentanti per la Sicurezza sul Lavoro.
La votazione ha avuto una massiccia affluenza e ha portato all'elezione dei candidati Guido Scotti, Iris Oppes e Giovanni Cobaiu; quest'ultimo era tra l'altro particolarmente gradito in quanto tecnico e quindi avente accesso regolarmente anche ai siti remoti.
Successivamente, in barba ad ogni principio di rappresentanza democratica dei lavoratori, Enav ha chiesto alle Segreterie Nazionali dei sindacati un elenco di nomi per nominare tra essi i Rappresentanti per la Sicurezza sul Lavoro di tutti gli enti, adducendo come motivazione il non svolgimento delle elezioni sulla grande maggioranza degli impianti.
“Per uniformità”, rispondono.
ATM-PP rifiuta categoricamente questo modo di agire e invoca il rispetto del risultato elettorale negli impianti in cui si sono svolte le elezioni, tra i quali Milano ACC.
Risulta inoltre particolarmente paradossale il principio secondo cui i controllori (gli RLS) vengono nominati dal controllato (Enav).
Nell'assordante silenzio di tutte le altre sigle sindacali, la nostra Segreteria Nazionale ha dato mandato ai propri legali di diffidare Enav da tale atteggiamento autoritario.
Perché, senza nulla togliere ai colleghi nominati da Enav, noi i nostri Rappresentanti per la Sicurezza sul Lavoro li abbiamo eletti. E si chiamano Guido Scotti, Iris Oppes e Giovanni Cobaiu.

SCARICA PDF

Suggerimenti per modifica nuovi std operativi

I nuovi standard operativi sono in vigore e da più parti ci giungono richieste di proporre suggerimenti per la loro ottimizzazione derivati dalla loro attuazione quotidiana in linea operativa.
In linea con la vocazione tecnico-professionale della nostra Federazione, apriamo qui una raccolta di suggerimenti da porre poi all'attenzione dell'Ufficio Operazioni.
Chiunque abbia proposte in tal senso può commentare questo post.

SCARICA PDF

lunedì 16 marzo 2009

Abolizione settore unico UPP FL295-315.

La Sezione Locale ATM-PP chiede con la presente di essere aggiornata sullo stato dei lavori per l'introduzione del quarto settore Upper, annunciato dalla stessa Direzione Locale per l'estate 2009.
Ritiene inoltre di poter parlare a nome di tutto il personale operativo nel chiedere, qualora tale implementazione avvenga, l'abolizione assoluta e definitiva della configurazione ad un unico settore per tutta l'area operativa da FL295 a FL315, visto il disagio espresso da molti nel lavorare su un'area così vasta e così sottile con un numero di settori/enti limitrofi senza pari tra tutti i settori operativi di Milano.
Chiede inoltre aggiornamento sulle ipotesi proposteci in passato riguardo all'ulteriore innalzamento della nostra area di competenza.
Sicura di un celere e positivo riscontro, si porge distinti saluti.

SCARICA PDF